stupro in Catalogna

Un caso di stupro sta indignando la Catalogna.

Unimamme, un caso di violenza sessuale ribattezzato la manada de Manresa sta facendo tremare la Spagna.

stupro in Catalogna: il processo

Sei ragazzi sono a processo con l’accusa di stupro nei confronti di una ragazza minorenne all’epoca dei fatti risalenti al 2016. I giovani avrebbero violentato la vittima a Manresa, in Catalogna il 29 ottobre del 2016 in una fabbrica della città.

Quella sera c’era una festa e, alcuni degli appartementi al gruppo, tra cui dei minorenni, avevano bevuto e fumato marijuana. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Bryan Andrés M., approfittando del fatto che la vittima, quattordicenne, era ubriaca l’ha condotta in un edificio abbandonato dove l’ha violentata.

Poi è tornato indietro e ha invitato gli altri amici ad approfittare della ragazzina. In 6 hanno violentato la ragazza, mentre un settimo li avrebbe guardati masturbandosi.

La Procura spagnola ha deciso di processare gli aggressori per reato di abuso sessuale a non aggressione sessuale intendendo che non c’è stata violenza o intimidazione perché la vittima era ubriaca.

Nel corso del processo, che è già stato avviato a Barcellona, lo sperma di uno degli imputati è stato trovato sui vestiti della vittima.

Il giovane accusato ha risposto così: “non so come ci sia finito, si sarà sicuramente seduta su qualcosa”.

La difesa dei ragazzi sostiene che, nonostante non ci sia stato consenso la vittima non ha subito intimidazioni.

Mercoledì scorso famigliari della vittima e attiviste femministe hanno dimostrato davanti al Tribunale di Giustizia della Catalogna per far cambiare il reato da abuso a violenza.

La testimonianza della vittima è stata rimandata a lunedì prossimo.

Unimamme, questo caso ricorda quello della manada di Pamplona dove un gruppo di uomini avevano violentato una diciottenne ed erano stati condannati solo per abusi sessuali a 9 anni di carcere ciascuno.

Cosa ne pensate di questa vicenda di cui si parla su El Pais?