Un bambino di 5 anni morto a causa di un cancro ha organizzato uno splendido funerale.

Bambino molto malato e il suo funerale

Garrett Michael Matthias è un bambino di 5 anni che purtroppo ha perso la sua lotta contro un cancro infantile.

funerale bambino di 5 anniPrima di morire però, il piccolo ha fatto in tempo a dettare ai suoi genitori, Emily e Ryan, le sue ultime volontà. Gli era stato diagnosticato un tumore nove mesi fa e purtroppo è deceduto i primi di luglio. Il bimbo aveva un rabdomiosarcoma di fusione alveolare negativa, una forma molto rara di cancro che ha attaccato l’osso temporale, il nervo cranico, l’orecchio interno.

Il piccolino, originario dell’Iowa, aveva un simpatico soprannome, Boofias, perché il suo vero nome era troppo difficile da pronunciare per lui.

Il mio nome è Garrett Michael Boofias e ho 5 anni, il mio colore preferito è il blu, ma anche rosso, nero e verde…”.

Con queste parole inizia l’elogio funebre di Garrett.

Nel suo discorso il bambino ha espresso il suo amore per i supereroi, per Batman, Thor e la sua famiglia. Odiava i pantaloni, gli aghi e la malattia.

“Non abbiamo necessariamente discusso con lui del funerale, non abbiamo discusso con lui il fatto che sarebbe morto. Ma abbiamo discusso molto al riguardo tipo: “quando muoio voglio questo”.

Il bambino aveva programmato un funerale immaginario con 5 castelli gonfiabili, ognuno per anno della sua età, coni di neve e, naturalmente, Batman.

“Voglio essere bruciato come quando muore la mamma di Thor e traformato in un albero così potrò viverci quando diventerò un gorilla”.

Inoltre Garrett desiderava anche fuochi d’artificio.

Queste sono le sue parole testuali, quando le ho lette ho pensato: “wow, è proprio come se garrett stesse chiacchierando con me”.

I genitori del bambino hanno riferito che i suoi desideri sarebbero stati onorati con una cerimonia simbolica simile a quella di Thor e con successivi fuochi d’artificio.

Alla fine Emilie e Ryan hanno deciso di rispettare la maggior parte delle volontà del figlio: coni di neve, truccabimbi, un’apparizione di Batman, Spiderman e Wonder Woman.

I genitori hanno raccontato che il funerale del figlio è stato simile a una festa di compleanno con bambini che correvano e ridevano, indossando maschere dei supereroi, come avrebbe voluto Garrett.

Alla commemorazione erano presenti le insegnanti e i compagni di scuola del bambino sfoggiando camicie di Batman con una G al centro.

La mamma e il papà di Garrett hanno addirittura assunto un arciere per sparare una freccia infuocata sulle ceneri del bambino. C’erano attori vestiti da supereroi circondati da bambini in una cerimonia simile a quelle di Asgard, paese di Thor.

“Era il più dolce ragazzo del mondo, connesso con le persone al loro livello, indipendentemente dalla loro età. Penso solo che fosse un ragazzo fantastico” ha dichiarato mamma Emilie.

“Siamo grati ai tanti dottori, alle infermiere, agli specialisti infantili, ai musicisti, ai terapisti di arte, ai volontari che hanno lavorato senza sosta per curare il cancro di Garrett e ai tanti altri prima di loro. La realtà per Garrett e per tanti altri bambini con un cancro pediatrico è una brutta e cattiva bestia che lascia un cammino di distruzione. Per Garrett e per tanti altri prima di lui il cancro uccide. Quelli che sono fortunati abbastanza da sopravvivere sopportano effetti a lungo termine di debilitazione. Combatteremo per una cura finché nessun altro bimbo sarà derubato della sua infanzia, nessun altro fratello perderà il suo migliore amico, nessun altro genitore dovrà seppellire il suo bimbo.

Garrett ha sopportato 9 mesi di inferno prima di perdere la sua battaglia con il cancro. Durante quel periodo non ha mai perso il suo senso dell’umorismo e amava prendere in giro i medici e le infermiere. Dai cuscini che facevano rumore a rubare le mollette per i vestiti per sbalordire gli stagisti, lui è sempre stato un burlone.  Niente li coglieva di sorpresa di ci vediamo dopo”.

Ecco il necrologio per intero:

“Il mio nome è:  Garrett Michael Boofias
Il mio compleanno è:  ho 5 anni
Il mio indirizzo è:  I am a Bulldog!
Il mio colore preferito è:  blu … e rosso, nero e verde
Il mio supereroe preferito è:  Batman … e Thor, Iron Man, Hulk e Cyborg
Quando sarò grande:  diventerò un pugile professionista
Le mie persone preferite sono: 
Mamma, papà, mia sorella “Delcina” (Delphina), 
I nonni con la nuova casa (Fredric e Cheryl Krueger), 
I nonni con il camper (Daniel e Nita Matthias), 
I miei cugini Grady, “quel ragazzo che ho preso quella volta” (Luke) e London Marie, 
Mia zia Janette e puzzolente zio Andy (Andrew e Janette Krueger),
Quei due ragazzi, sai, i miei zii (Kristopfer Krueger e James Taylor)
Batman!!
Le cose che amo di più:  giocare con mia sorella, il mio coniglietto blu, il thrash metal, i lego, i miei amici dell’asilo, Batman e quando mi mettono a dormire prima che accedano al mio porto.
Cose che odio: pantaloni, sporco stupido cancro, quando accedono al mio porto, gli aghi e il naso della scimmia che odora di scoregge di ciliegie. Mi piace il naso di scimmia alla menta di Mayo Radiation e quello che mi ha aiutato a costruire Lego (Randy).
Quando morirò: diventerò un gorilla e butterò cacca a papà!
Bruciato o sepolto: voglio essere bruciato (come quando morì la mamma di Thor) e trasformato in un albero così da poterlo vivere quando sono un gorilla.
Grandi o piccoli funerali: i funerali sono tristi. Voglio 5 case gonfiabili (perché ho 5 anni), Batman e coni di neve”.

Su Go Fund Me è possibile effettuare donazioni per la famiglia, dove già in tanti hanno donato.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa storia di cui si parla su CNN?

Noi vi lasciamo con un aggiornamento sulla situazione del cancro infantile nel mondo.