Home Mamma & Co. Accade nel mondo Un bimbo di 6 anni abbraccia il fratellino prematuro in modo speciale...

Un bimbo di 6 anni abbraccia il fratellino prematuro in modo speciale (FOTO)

CONDIVIDI

Un bambino di 6 anni abbraccia pelle a pelle il fratellino neonato prematuro.

Contatto pelle a pelle: la storia di 2 fratelli

Il piccolo Mikey Marotta ha sempre desiderato un fratellino. Dopo aver avuto problemi di fertilità e un aborto spontaneo, la mamma del bambino, Jessica, ha pensato che questo sogno non si sarebbe mai realizzato.

“Una notte abbiamo avuto una conversazione intima e abbiamo deciso che saremmo stati felici come una famiglia di tre. Quando Mikey ci ha chiesto quando avrebbe avuto un fratellino noi gli abbiamo spiegato che alcune famiglie sono composte solo da 3 persone e che va bene. Lui ha pianto e ha detto: va bene se non ho un fratello umano, ho Dillinger, il nostro cane”.

Nell’estate del 2017 Jessica ha ricevuto un’incredibile notizia: era incinta.

“Quando Mikey l’ha scoperto ha pianto ed era molto felice. Ma non è rimasto sorpreso o sovraeccitato quando ha scoperto che si trattava di un maschietto”.

Ha detto: “ovvio che avrò un fratellino, è quello che ho chiesto”.

“Per Halloween, durante dolcetto o scherzetto, ha parlato di tutti i costumi che avrebbe potuto indossare col fratellino. Aveva molti programmi. Ogni volta che ne aveva uno nuovo o due diceva: questo lo tengo da parte per il mio fratellino”.

Il fratellino di Mikey è arrivato con 9 settimane di anticipo e ha trascorso 60 giorni nel reparto di terapia intensiva.

A Jessica è stata diagnosticata quindi è stata attentamente monitorata in ospedale dove le è stato fatto un cesareo d’urgenza.

“La prima volta che Mikey ha visto Jake nel reparto di rianimazione, l’ha fissato ed è rimasto sopraffatto e nervoso. La prima cosa che ha detto è stata: ha i capelli rossi come me”.

“Gli abbiamo spiegato cosa significassero ogni tubo e filo ogni bee ed allarme.Mikey ha capito quanto fosse importante il contatto pelle a pelle per il bimbo perché abbiamo parlato spesso di come l’avessimo fatto io e lui quando era neonato”.

Quando Mikey ha potuto tenere in braccio Jake dopo 11 giorni, ha indossato una camicia per tenerlo vicino al petto.

Il contatto pelle a pelle tra i fratelli è stato un successo e ora i due fratelli sono molto vicini.

“Quando Jake sente la voce di Mikey la sua piccola testolina si volta a guardarlo. Mickey è stato il primo a cui Jake ha sorriso e l’unico che riesce a far sorridere Jake”.

“Mikey dice a Jake che gli vuole bene e gli canta canzoni che inventa, gli dice cose come: sei parte di me e non lascerò che ti succeda niente di male, inoltre tiene una foto del fratello nel portafogli”.

“Sento che Mikey sapesse, nel suo cuore, che suo fratello stava arrivando ed era solo questione di tempo”.

L’arrivo a casa di Jake è stato uno dei giorni più felici della nostra vita. Io mi sento onorata ad assistere al loro amore. Il loro legame è straordinario e ogni tanto io e mio marito desideriamo che Jake ci guardi come guarda Mikey, è come se fossero destinati ad essere fratelli. Mikey è uno straordinario fratello maggiore e avere Jake ha portato calma nella sua via. Mikey ha il suo modo di calmare Jake quando è agitato”.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa storia di cui si parla su Today?

Noi vi lasciamo con uno studio dell’empatia tra fratelli.


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it