Quando si diventa genitori si farebbe di tutto per migliorare la qualità di vita propria e dei propri figli. Si pensa che debbano avere il meglio e spesso il primo passo per ottenere un impiego migliore è avere un livello di istruzione tale da poter accedere a delle realtà importanti.

Avere dei figli quando si è molto giovani può delle volte frenare questi piani: se non si può contare su degli aiuti, bisogna magari lasciare gli studi per andare a lavorare e si è troppo stanchi la sera per mettersi a studiare.

Un papà straordinario fa l’esame con il figlio in braccio

Bisogna poi vedere se si trovano degli insegnanti comprensivi: non tutti sono come quella professoressa che ha dato una risposta davvero sorprendente alla mamma studentessa che non aveva potuto prendere parte ad un test perché la bambina era ammalata. Oppure come quel professore che ha tenuto in braccio la figlia neonata di una studentessa per permetterle di proseguire lo studio.

Questi genitori stanno infatti solo tentando di dimostrare con l’esempio di non accontentarsi e che con i sacrifici e se ci si crede davvero allora si possono ottenere dei risultati. E’ una grande lezione di vita, perché non tutti sarebbero disposti a farlo senza magari abbandonare a metà strada.

Per questo è diventato virale il post che ha celebrato la caparbietà di un papà: il post, condiviso dalla pagina Facebook Chimbote En La Web ha mostrato la foto di un padre che sta svolgendo un esame all’università e intanto tiene in braccio il figlio addormentato. La foto è diventata virale, con più di 6000 “mi piace” e quasi 1000 condivisioni.

Cosa ne pensate di questo campione?” dice il commento all’immagine.

Sicuramente c’è solo da ammirare la determinazione di questo padre: si sa che i bambini imparano con l’esempio e che non c’è bisogno di molte parole. Non sappiamo come mai l’uomo non abbia potuto lasciare il proprio bimbo a casa, ma sta di fatto che da grande, quel frugoletto che ora è addormentato tra i banchi di scuola, sarà molto fiero di lui.

E voi unimamme cosa ne pensate?

Intanto vi lasciamo con il post che parla di professori in pensione richiamati perché mancano gli insegnanti.