ragazzo vuole bracciaUna raccolta fondi per dare due braccia a un ragazzo.

Riccardo Massimini è un giovane che ha bisogno di aiuto. Nato nel 1997 a Roma, ha avuto una vita serena finché ha compiuto 7 anni.

Nel 2004 si è ammalato e, poco dopo, nel febbraio del 2005, gli è stata diagnosticata una gravissima leucemia.

I genitori l’hanno portato da uno specialista a Pavia che si preso cura di lui, ma Riccardo è dovuto rimanere lì con i genitori che tornavano a casa, dove c’era un altro fratello di 5 anni, solo di tanto in tanto.

A causa dei farmaci il bambino divenne insulino dipendente, diabetico di tipo 1. Così è diventato un soggetto fortemente immunodepresso.

Il suo calvario però non finì in quel modo. Nel 2010 venne ricoverato per una febbre alta al Bambin Gesù di Roma, una setticemia da streptococco gli ha bloccato reni, cuore e polmoni.

Il suo corpo, per reazione, ha “sacrificato” 4 arti che sono stati amputati, poi gli è stata fatta anche una tracheostomia.

Riccardo perse le braccia e le gambe, era attaccato 24/24 a un respiratore con il diabete mellito che lo costringe a controllare la sua alimentazione.

Questo ragazzao però non rinuncia ai suoi sogni, aveva sempre desiderato diventare disegnatore di Pokemon e visitare il Giappone.

In seguito il ragazzo ha perso il padre per un tumore, la madre invece di recente ha perso il lavoro.

Nel frattempo Riccardo si è diplomato e ora sta frequentando la facoltà di Lettere moderne e ha un libro in uscita.

Ora Riccardo chiede aiuto per avere delle braccia.

“Eccomi qui a chiedere il Vostro aiuto: prima raccoglierò la cifra necessaria e prima ritornerò a sognare. Io amo la vita, sto cercando di avere un mio posto personale nella società ma se avessi due arti MIEI, sarebbe il massimo per me!!! Comunque Grazie!”.

Su go fund me è stata organizzata una raccolta fondi per aiutare questo ragazzo.

Unimamme, voi vorreste dargli una mano?

Fino adesso sono stati raccolti 14.428 Euro su 30 mila.

Noi vi lasciamo con l’ultimo trionfo di Bebe Vio.