“Una donna ha coperto mio figlio mentre lo allattavo”: la denuncia di una mamma

Una mamma protesta per il trattamento ricevuto mentre allattava al seno.

Unimamme, oggi vogliamo condividere con voi la storia di una mamma che si è trovata a dover fronteggiare un ostacolo mentre allattava al seno.

Una mamma risponde a chi le voleva impedire di allattare al seno il figlio malato

Non sono mai stata tanto arrabbiata in tutta la mia vita, siamo al Candler Hospital, a Savannah, per una procedura ambulatoria per mia figlia.

Mentre stavamo aspettando che la chiamassero il mio piccino voleva il latte e qui è come sembriamo. Mio figlio ha la fibrosi cistica che è una malattia genetica che influenza il suo corpo in molti modi diversi.

Il suo sistema digestivo e pancreatico non sono uguali a quello degli altri bambini, per questo motivo ha fame molto spesso a causa del maleassortimento degli elementi nutritivi.

Quindi lo allatto molto. Non mostro la pelle, i capezzoli, ma onestamente non potreste dire che sto allattando se mi guardaste attentamente.

Una donna che è impiegata al Candler mi si è avvicinata e ha avuto l’audacia di coprire la testa di mio figlio con un asciugamano.

Quando ho cercato di toglierlo lei ha provato a dirmi che dovevo coprirgli la testa e che dovevo coprirmi anch’io se volevo restare in ospedale.

Le ho chiesto se sapeva che ciò che stava facendo era illegale e lei ha cercato di dirmi che erano le regole dell’ospedale.

MA QUALE GENERE DI OSPEDALE HA QUESTE REGOLE?

Quindi, signora Williams del Candler Hospital, non so chi pensavi di avvicinare questa mattina, ma io sono di sicuro quella sbagliata.

Copriti la tua cavolo di testa se hai un problema col fatto che mio figlio mangi

Unimamme, il post di protesta di questa mamma sulla pagina Breastfeeding Mama Talk, ha ottenuto più di 11 mila Like e più di 800 condivisioni.

Noi siamo solidali con lei, le mamme non dovrebbero coprirsi per allattare al seno in pubblico, ancora di più in un ospedale.

Voi vi siete mai trovate in una situazione simile?

Noi vi lasciamo con la storia di una mamma umiliata in un albergo di lusso.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta