Una mamma denuncia che qualcuno l’ha spiata in camera da letto.

La spiavano dal baby monitor: la denuncia di una mamma

“Mi stavo chiedendo se condividere o meno questo messaggio ma ho deciso di andare avanti nella speranza di evitare che altri affrontino tutto questo. Siate gentili nei vostri commenti siamo irritati e sensibili al momento.

Se avete questo baby monitor fatevi un favore e spegnetelo e buttatelo via subito. Ecco un po’ di storia sul monitor e la App che è usata insieme.

Ho ordinato questo monitor su Amazon quando ho visto che era usato con il wi fi in modo da poter accedere al cellulare (conveniente no?) quando scarichi la App. Si possono scaricare diverse applicazioni così più persone possono guardare. Questa sembrava favoloso soprattutto con mia cognata che sarebbe stata con noi quest’estate.

La telecamera si può girare a 360 gradi e si può spostare semplicemente muovendo un dito sul telefono.

Questo pomeriggio avevo la App in azione e stavo guardando Noah dormire nella culla nella sua stanza mentre ero in salotto con le uniche due persone che (pensavo) avessero accesso al monitor.

A un certo punto con la coda dell’occhio ho notato che la telecamera si muoveva e si dirigeva verso il nostro letto. L’esatto luogo in cui allatto mio figlio ogni giorno. Quando la persona ha capito che non ero a letto, si è diretta di nuovo verso il lettino di Noah.

Il mio cuore è precipitato. Mi sono ricordata che quel mattino la telecamera si affacciava verso il nostro letto mentre l’avevo lasciata sul letto di Noah. Occasionalmente Kevin controllava dal lavoro se il bambino stava dormendo. Ho pensato che fosse successo così ma Kevin mi ha detto che non aveva usato la App tutto il giorno.

Mi sono sentita violata. Questa persona mi aveva guardata di giorno in giorno nel momento più privato tra me e mio figlio. Dovrei essere la protettrice di mio figlio e ho fallito miseramente. Sinceramente non voglio tornare nella mia stanza.

Ho esitato a condividere per ovvie ragioni dal momento che è molto personale ma non riesco a immaginare nessuno dei miei amici passare tutto questo. 

DI nuovo, per favore, controllate le impostazioni di sicurezza sul vostro monitor e quelle del wi fi e se avete questo modello gettatelo via.

Abbiamo chiamato la polizia ma non possono fare niente. Una volta abbiamo provato ad accedere alla App dopo l’incidente e ci ha bloccati, facendoci intuire che chiunque fosse dall’altra parte potesse sentirci e avesse capito cosa stesse accadendo.

Abbiamo provato a chiamare la compagnia e il numero non è più in servizio.Mi sento come in un orribile incubo.

Per favore pregate per noi, ci sentiamo turbati e arrabbiati.

Successivamente Jamie ha aggiornato il messaggio:

Nessuno ci aveva avvertito su questi monitor WiFI e non avevamo idea che potesse accadere.

Abbiamo chiamato Amazon e denunciato quanto accaduto. Ci hanno dato il numero della compagnia.Il numero è fuori servizio e nessuno risponde alla e-mail.

Quando abbiamo provato ad aprire la App dopo l’incidente ci ha detto: permesso insufficiente e ci ha bloccati. Questo dopo che un poliziotto in casa nostra ha dato un’occhiata al monitor. Questo mi fa pensare che l’App sia stata hackerata e che chiunque stesse guardando abbia capito cosa accadeva.

Abbiamo cercato di scrivere una recensione su Amazon per aiutare gli altri utenti ma non è stato possibile. Abbiamo cambiato le password e aumentato la sicurezza del wi fi. Questo è stato un incubo“.

Il messaggio della mamma Jamie Summitt su Facebook è diventato virale ed è stato ripreso da vari media locali.

Purtroppo la storia di questa mamma non è per noi una novità, già in passato vi avevamo parlato di giocattoli tecnologici che possono spiarci.

Unimamme, voi cosa ne pensate? Eravate al corrente di questo pericolo?