“Cosa mangia mio figlio a scuola?”: devi assolutamente sapere questo

Anche tuo figlio mangia a scuola con tutti gli altri suoi compagni di classe? Allora devi assolutamente sapere questo. 

C’è chi preferisce andare a prendere suo figlio a scuola prima del previsto e farlo mangiare con sé a casa e chi, invece, è favorevole ad un tempo prolungato e ad una mensa scolastica: tu a quale ‘categoria’ fai parte? Per quanto tante mamme vedano questa scelta come un’ottima opportunità per dedicare più tempo per sé o, soprattutto quando si è pieni di impegni lavorativi, per fare ogni cosa con molta più calma, permettere ai propri bimbi di mangiare a scuola è una grandissima occasione. A parlarne sono state Federica Buglioni, esperta in educazione alimentare, e Claudia Paltrinieri, direttrice di Foodinsinder, a Chiara Borgia, direttrice del magazine Uppa.

mensa scolastica
Importanza mensa figlio – universomamma

Sicuramente sono queste le domande più gettonate tra le mamme nostrane: “Mio figlio mangerà a scuola?” e, soprattutto, “cosa mangerà oggi?”. A fare chiaramente intendere quanto sia importante che ciascun bambino mangi a scuola, sono state Federica Buglioni e Claudia Paltrinieri ad Uppa. Entrambe hanno chiaramente spiegato a Chiara Borgia quanto la mensa scolastica sia fondamentale non solo per il piccolo, ma anche per i genitori. Il momento del pranzo, infatti, non deve assolutamente essere vista solo come una pausa dallo studio o dai giochi, ma anche come un vero e proprio momento educativo. 

Sì, il cibo della mensa scolastico è molto distante dal cibo tipico domestico, avete ragione. È proprio qui che, come riportano le due esperte, che consiste il ruolo educativo della mensa: comprendere questa differenza e fare in modo che il piccolo si catapulti in questo mondo senza troppe paure.

Tuo figlio mangia a scuola? Allora devi assolutamente sapere questo

In tantissimi avranno notato che oggi, rispetto agli anni scorsi, c’è molta più attenzione all’alimentazione del bambino a scuola. Non solo c’è una grande varietà di cereali – quindi, si spazia dalla pasta al riso e molto altro ancora – ma anche nelle fonte proteiche – si parte, infatti, dalla carne e si termina col pesce, verdure e uova. Insomma, si comprende chiaramente qual è l’obiettivo delle mense scolastiche moderne: far comprendere la qualità del pasto, saziare e nutrire tutti. 

La domanda che vi starete ponendo adesso è: perché i nostri figli devono mangiare cibi che, magari fino a qualche anno fa, non erano proprio contemplati e che oggi sono molto distanti anche dalle loro abitudine domestiche? Forse non tutti lo immaginano, ma – come ribadito anche da Claudia Paltrinieri – nell’agosto del 2020 è entrata in vigore una legge che chiede diverse cose:

  • Non avere cibo processato nelle mense scolastiche;
  • La riduzione dell’uso di carne;
  • La limitazione della plastica;
  • Circa il 50% di prodotti biologici.

Richieste, da come si può chiaramente comprendere, per nulla difficili da mettere in pratica, ma che sono possono davvero utilissime sia ai piccoli che ai loro genitori. Pertanto, il consiglio che le due esperte danno a tutte le mamme e i papà del mondo è di fare fronte comune tra loro. E di capire realmente se ciascuna mensa scolastica rispetta questa legge oppure no.

bambino mensa
bambino ad una mensa scolastica – universomamma

Avreste mai immaginato che si nascondesse questo mondo dietro ad una ‘semplice’ mensa scolastica?