A Palermo rubati i giocattoli ai bambini del reparto di Oncologia

furto giocattoli ospedale

Questa storia, che arriva direttamente dal capoluogo siciliano, ha davvero del surreale. A Palermo, all’Ospedale Civico sono stati rubati tutti i giocattoli del reparto di Oncologia Pediatrica.

Il fatto è accaduto nella notte tra domenica 27 e lunedì 28 settembre. Gli unici due oggetti che si sono salvati dal furto sono stati solo due televisori, evidentemente troppo ingombranti e pesanti da portar via velocemente.

Sconcerto a Palermo: rubati i giocattoli dei bambini malati di cancro, scatta la gara di solidarietà

Costruzioni, pupazzi, peluches ed anche una console X-box con i suo monitor. La ludoteca del reparto di Oncologia Pediatrica dell’Ospedale Civico è stata del tutto spogliata dei suoi tesori più preziosi, quegli oggetti così cari, l’unico spazio in grado di donare ai piccoli ricoverati a causa del cancro, una piccola oasi di serenità e spensieratezza.

Il direttore dell’Ospedale, Giovanni Migliore, ha informato la stampa che altri giochi ed anche la console sono stati tempestivamente ricomprati e sono già a disposizione dei piccoli.

Un furto che ha lasciato indignata tutta la comunità, per il gesto che sa di vero e proprio sfregio e che ferisce davvero profondamente. Il dolore e la sofferenza dei bambini è stato miseramente violentato da un atto così crudele e meschino.

Quanto accaduto ha fatto scattare una vera e propria gara di solidarietà e non soltanto nell’isola. In molti si sono mobilitati per rispondere al folle gesto con atti di amore verso i piccoli ricoverati.

Un’azienda di Bologna ha infatti donato all’associazione “Aslti – liberi di crescere” , associazione che si occupa dell a gestione della ludoteca, un sistema d’allarme per scoraggiare ed evitare che ulteriori episodi di questo tipo possano ledere minimamente la dignità dei bambini.

E poi, già nel giro di poche ore decine tantissimi giocattoli sono stati regalati da privati cittadini all’associazione che cura la ludoteca.

Ecco cosa ha raccontato Ilde Vulpetti, la responsabile della ludoteca intervistata dal giornale on-line LiveSicilia:

Ci hanno sommerso. Dopo questo episodio increscioso siamo stati felicemente sorpresi dalla reazione della gente che ha voluto aiutarci. Questi bambini hanno bisogno sì, di giocattoli, ma nel reparto ci sono anche altre esigenze. Per questo invitiamo chi vuole effettuare una donazione, a collegarsi al nostro sito internet anche per offrire pochi euro. Ogni centesimo sarà utilizzato per rendere il reparto migliore, per potenziare l’assistenza ai piccoli ammalati e rendere la loro permanenza più lieve. E’ un’area che ha bisogno di allegria e di colori, quindi ogni iniziativa è ben accetta di cuore“.

Se volete partecipare anche voi a rendere migliore il quotidiano di questi bambini speciali potete e volete anche rispondere con fermezza a questo ignobile gesto, potete collegarvi al sito dell’associazione ASLTI-liberi di crescere  (Associazione Siciliana lotta alle Leucemie e Tumori dell’Infanzia), al sito www.liberidicrescere.it.

Care Unimamme, siamo certi che da questa crudeltà sarà soffocata dall’amore di tutti. Voi cosa ne pensate?

(fonte: livesicilia.it)