L’empatia: un misterioso legame tra fratelli indagato dalla scienza

empatia

Numerose ricerche e pareri degli esperti esaltano la bellezza di avere fratelli e sorelle.

I fratelli e le sorelle maggiori vengono spesso visti come delle guide che, come i genitori, ma in modo diverso, possono fornire modelli di comportamento e influenzare profondamente la crescita dei bambini.

Empatia: una ricerca indaga il legame tra fratelli

Una recente ricerca dell’Università di Toronto ha preso in esame l’empatia. Per condurre lo studio sono stati presi in considerazione:

  • 452 coppie di bambini canadesi
  • Sono state considerate anche le mamme che erano parte del progetto: Kids, Family and Places Project
  • Mamme e figli provenivano da una gamma diversa di stati socio economici

 

Il loro obiettivo era quello di predire se i livelli di empatia nei fratelli di 18 e 48 mesi all’inizio dello studio potevano predire i cambiamenti di empatia negli altri fratelli dopo 18 mesi.

  • I ricercatori hanno registrato le interazioni nelle case delle famiglie
  • Le mamme hanno completato dei questionari

L’empatia è stata misurata osservando il comportamento di ciascun fratello e le risposte facciali a un adulto ricercatore che fingeva di essere angosciato (dopo aver rotto un oggetto prezioso) e ferito (dopo aver pestato un ginocchio e aver chiuso un dito in una valigetta)

I risultati della ricerca sull’empatia

“Sebbene solitamente si pensi che i fratelli maggiori e i genitori siano le prime influenze socializzanti sullo sviluppo dei bambini (ma non viceversa) noi abbiamo scoperto che entrambi, sia i fratelli maggiori che i minori contribuiscono positivamente all’empatia nel corso del tempo”.

Marc Jambon, che sta conducendo un post dottorato presso l’Università di Toronto, ha aggiunto che i risultati rimangono gli stessi dopo aver preso in considerazione i precedenti livelli di empatia in ciascun bambino e i fattori condivisi in famiglia, come:

  • le pratiche genitoriali
  • lo status socio economico della famiglia

aspetti che potrebbero spiegare le somiglianze tra di loro

Mettersi nei panni degli altri: le differenze tra fratelli

Gli scienziati hanno analizzato se lo sviluppo dell’empatia dei bambini fosse diverso a causa

  •  dell’età
  • delle differenze di genere

Jambon ha assicurato che i risultati rimanevano gli stessi.

Bisogna però osservare che i fratelli minori non sembrano contribuire in modo significativo all’empatia delle sorelle maggiori.

L’influenza dei fratelli e delle sorelle maggiori era più forte in cui la differenza di età tra i fratelli era più forte.

Conclusioni

Sheri Madigan, ricercatrice sullo sviluppo dei bambini e assistente presso l’Università di Calgari, co autrice dello studio, ha commentato: “l’influenza dei fratelli minori è stata riscontrata durante l’adolescenza, ma il nostro studio dimostra che l’influenza è iniziata molto prima di quanto pensassimo.”

Secondo gli autori un passo avanti nella ricerca sarebbe quello di determinare se e come si possa aumentare l’empatia nei bambini più piccoli e se insegnare questo a un bambino possa influenzare anche il fratello.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questo interessante studio di cui si parla su Science Daily?

Noi vi lasciamo con un approfondimento su altruismo ed empatia nei bambini.