Incita il figlio a picchiare due compagni di scuola: denunciata una mamma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:04
0
111
Incita il figlio a picchiare i compagni di scuola

Una vicenda assurda vede come protagonista una mamma che ha incitato il figlio a picchiare due suoi compagni di scuola a seguito di un presunto furto.

Un tema molto sentito e che riguarda molti ragazzi che frequentano la scuola, dalle primarie alle superiori, è quello del bullismo. Ragazzi che si prendono gioco, deridendo ed a volte anche usando violenza fisica, dei loro compagni di scuola più deboli, indifesi o timidi.

Purtroppo sono tanti gli episodi di cronaca che raccontano episodi di bullismo che avvengono a scuola o anche al di fuori delle mura scolastiche.

Una mamma incita il figlio a picchiare i compagni di scuola per un presunto furto

La vicenda che è avvenuta qualche giorno fa ha dell’incredibile, una mamma ha incitato il figlio a picchiare due suoi compagni di scuola per un presunto furto. La donna è stata denunciata dai genitori delle vittime.

L’episodio risale a qualche giorno fa quando due ragazzini di 12 anni che frequentano una scuola di Padova hanno trovato all’ingresso dell’istituto un braccialetto dorato. Hanno chiesto ad alcuni compagni se conoscessero il proprietario e non trovandolo hanno tenuto il braccialetto e sono entrati in classe per l’inizio della lazione.

Poco dopo, la Dirigente scolastica è entrata in classe chiedendo se qualcuno avesse trovato il braccialetto che era stato reclamato da un ragazzino di prima media. I due 12enni hanno restituito il bracciale, di bigiotteria, e la vicenda sembrava essersi conclusa.

Purtroppo così non è stato, all’uscita della scuola, l’unidicenne  ha aggredito i due suoi compagni di scuola con calci e pugni al volto ed alla testa. Vicino a lui c’era la madre, che invece di intervenire per fermarlo, lo incitava a proseguire con le violenze, pensando che i due ragazzini fossero dei ladri.

Davanti ad altri genitori e compagni di scuola, la donna di 31 anni urlava al figlio: “Picchiali ancora”, per poi minacciare i due ragazzini intimandogli che sapeva dove abitavano e che li avrebbe fatti picchiati anche dal figlio maggiore di quindici anni: “Vi uccidiamo. Io e la mia famiglia veniamo a casa vostra e vi ammazziamo”.

Come riportato da il Corriere Veneto, le due vittime sono un ragazzino che abita poco distante dalla scuola ed un altro di origini africane. Oltre le botte sono volati anche insulti razzisti come “sei un negro di m.”.

LEGGI ANCHE > BULLISMO A SCUOLA: DENUNCIATE TRE RAGAZZE PER BOTTE ED INSULTI

I due ragazzi aggrediti non hanno, per fortuna, riportato gravi lesioni, ma i loro genitori hanno sporto denuncia ai carabinieri di Padova che dopo aver effettuato tutti gli accertamenti hanno denunciato la 31enne per minacce e per istigazione a delinquere.

Invece, l’undicenne è stato segnalato alla procura dei minori di Venezia. Nella scuola non era mai successo un episodio di bullismo e la dirigente scolastica ha chiesto ai Carabinieri la possibilità di pianificare delle lezioni ad hoc sul tema della violenza scolastica. Nell’istituto, che gode di un’ottima reputazione, sono in atto delle attività per sensibilizzare i ragazzi sul tema del bullismo.