Nuovo DPCM, in conferenza Conte annuncia le nuove disposizioni

In una conferenza in diretta, il premier Giuseppe Conte ha annunciato le attese disposizioni per le feste.

lettera a Conte
Giuseppe Conte: ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images

Con l’avvicinarsi delle feste, l’intera popolazione italiana ha cominicato a porsi delle domande in merito ai comportamenti da adottare durante le festività natalizie per poter festeggiare in piena sicurezza.

LEGGI ANCHE: Nuovo Dpcm Natale, Speranza: “vanno limitati gli spostamenti”

Il nuovo DPCM contenenti le disposizioni e le norme di prevenzione del contagio in occasione del Natale è da poco stato firmato dal Ministro della Salute Roberto Speranza ed è stato annunciato in una conferenza in diretta dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Ecco cosa prevede il nuovo decreto e quali comportamenti si potranno attuare in piena sicurezza.

Nuovo DPCM, in conferenza Conte illustra le nuove disposizioni.

albero di Natale incendio
fonte: iStock

In conferenza stampa, il Presidente del Consiglio Guseppe Conte ha illustrato le disposizioni contenute nel nuovo DPCM sottoscritto in occasione delle festività natalizie.

Il sistema delle Regioni si sta rivelando efficace e ci sta permettendo di dosare i nostri interventi, le misure sono adeguate e proporzionate. Nel giro di un mese abbiamo piegato la curva dei contagi, attualmente l’Rt 0,91. Stiamo evitando un lockdown generalizzato: continuando così a breve tutte le regioni saranno gialle“, ha aperto così il suo discorso il premier.

Conte ha poi illustrato le disposizioni che ci accompagneranno durante le festività natalizie. Cosa si potrà fare? Ormai è tutto onfermato!

  • Dal 21 dicembre al 6 gennaio in Italia sarà vietato spostarsi dalla propria Regione o dalla propria Provincia autonoma anche per raggiungere le seconde case.
  • Il 25, il 26 e il 27 dicembre sarà vietato spostarsi dal proprio Comune di residenza.
  • Gli spostamenti sono, tuttavia consentiti nei casi di necessità tra i quali, secondo quanto detto dal premier, sono inclusi anche gli spostamenti per prestare assistenza ai propri parenti anziani.
  • E’ consentito il rientro nella propria Regione o nel proprio Comune di residenza: ok quindi ai ricongiungimenti di coppie che lavorano in Regioni diverse.
  • Dal 7 gennaio il via alla didattica in presenza anche per gli studenti degli istituti superiori “Ci sono tutte le condizioni per ripartire in sicurezza“, ha specificato Conte.

“Siamo costretti a introdurre ulteriori restrizioni per le festività natalizie: la strada per uscire dalla pandemia è ancora lunga. La terza ondata potrebbe arrivare già in gennaio“, il Presidente del Consiglio ha lanciato un ammonimento ai cittadini. E’ importante dunque, avere buon senso ed evitare le numerose riunioni di famiglia in occasione delle festività in modo da tutelare i membri anziani e più fragili della società nonchè le altre categorie più a rischio.

Siamo sulla strada giusta“, ha chiuso il premier.

E voi Unimamme, che ne pensate?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.