Il nuovo Bonus TV per le famiglie: come richiederlo

E’ possibile fare richiesta di un bonus per acquistare una nuova tv. Un’incentivo del Governo per aiutare le famiglie italiane.

Bonus 2020
Foto da Adobe Stock

Unimamme vi abbiamo parlato del bonus per internet e smartphone che il Governo ha istituito per aiutare la famiglie meno ambienti. Un modo per permettere a tutti gli studenti di potersi collegare ad internet per seguire le lezioni online.

Adesso vi parliamo di un altro bonus, quello per le tv “smart” per la sostituzione dei vecchi televisori e l’acquisto di TV con il nuovo standard DVBT2.

Bonus Tv 2020: le informazioni utili per ottenerlo

Bonus per le famiglie
Foto da Adobe Stock

Fino al 31 dicembre 2022, o fino a quando i 151 milioni di euro stanziati per la misura non finiranno, sarà possibile fare richiesta per ottenere uno sconto pari a 50 euro per l’acquisto di tv e decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi (DVBT-2/HEVC) che diventeranno operativi a partire dal 2022, nonché per l’acquisto di decoder per la ricezione satellitare.

Questa misura è stata messa a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico per i nuclei familiari con Isee inferiore a 20 mila euro ed il beneficiario deve avere la cittadinanza italiana. Lo sconto arriva fino a 50 euro, e va usato solo presso gli esercenti che aderiscono all’iniziativa: i negozi, quindi, non sono obbligati ad accettare il bonus.

Per ottenere lo sconto, il cittadino deve presentare al venditore una richiesta per acquistare una televisione o un decoder beneficiando del bonus. C’è un modulo da compilare e poi da portare al commerciante. Quando ci si reca in negozio si dovrà poi esibire un documento di identità valido ed anche il codice fiscale.

Sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico è presente una lista di prodotti acquistabili con il bonus tv.

Inoltre si può ricevere lo sconto anche se si vuole fare acquisti online sempre se si tratta di “venditori del commercio elettronico operanti in Italia”.

Voi unimamme farete richiesta per questo bonus?