Home Neonato Allattamento “Allatto al seno mio figlio quando e dove voglio, non m’importa se...

“Allatto al seno mio figlio quando e dove voglio, non m’importa se mi guardi”

CONDIVIDI

mamma allatta al seno pubblico

Ci sono ancora tante mamme che vengono aspramente criticate per aver “osato” allattare in pubblico, come accaduto alla donna di cui vi parliamo oggi.

Una mamma viene criticata ed ecco come risponde

Whitney Huntwork, mamma di 2 bimbi, ha deciso di “ribellarsi” alle offese subite per aver allattato in un supermercato. Un uomo, al supermercato, le ha urlato che era disgustosa.

Ecco la sua risposta.

A qualunque ora. Ovunque. Tu  puoi fissare. A me non importa. Io sento il mio bimbo affamato qui o lì, se non ti piace il mio seno non mi importa. In un ristorante? In un negozio? Si tratta di succo di seno in abbondanza.

Bottiglie o tetta è tutto cibo. Pensi ancora che dovrei coprirmi?

Dovresti correre e dirlo alla tua mamma. Tiri fuori il tuo telefono e scatti una foto? Ma sono io quella con un problema?

Non desideri che ci facciamo tutti i nostri affari?

Questo risolverebbe tutto. Pensi che io sia disgustosa? Potrei dire lo stesso? Pensi che stia giocando un gioco perverso alla ricerca di attenzioni?

Ti sbagli, perché, vedi, io sono preoccupata solo per il comfort di mio figlio e del mio.

Sinceramente Whitney la tipa tosta che allatta al seno e il suo tosto figlio pieno di puro succo di tetta.”

Il post di Whitney su Facebook, corredato da una foto di lei che allattava al seno ha ottenuto 145.776 condivisioni, diventando virale.

Poco dopo questa coraggiosa mamma ha voluto chiarire la sua posizione notando il clamore suscitato.

Il messaggio dietro il mio post è che quando devo allattare mio figlio non mi importa cosa pensano gli altri. Non mi preoccupo se voi siete a vostro agio o disgustati. 

Non sono preoccupata. Non mi preoccupo se è la prima tetta che vedete. Non mi preoccupo dei vostri pensieri o di dovermi coprire. Io sfamerò mio figlio ovunque e in qualsiasi momento, ovunque mi piaccia perché, sapete una cosa?

Questo è un MIO DIRITTO. Sono protetta dalla legge e dagli standard di Facebook. A voi non deve piacere. Non dovete amarlo, potete segnalarlo ma state prendendo una parte del vostro tempo per deludere una persona. 

Chi è quindi la vera persona senza classe? Ecco un indizio. VOI. Ho messo questa foto su Internet sapendo che ci sarebbero stati alcuni uomini misogini e donne, ma indovinate più la foto attraversa il sentiero delle persone più diventa una circostanza normale.

Più noi veniamo “normalizzate”. Per le persone che mi hanno chiesto se mio figlio vedesse questo? Perché non spiegate di cosa è fatto l’allattamento al seno?

Forse i nostri figli rispetterebbero di più l’anatomia femminile e le nostre figlie che sono più di un corpo.

Mi hanno detto che mio figlio di 10 mesi è troppo grande per essere allattato al seno.

Questo mi dimostra la mancanza di educazione all’allattamento al seno nel nostro Paese.

Le media è di 6 mesi in altre parti del mondo e qui? Da sei fino a 12 mesi. 

Quindi ecco un’idea, perché non smettiamo di odiarci e cambiamo il mondo?

Questo è possibile. Dovete solo scendere da quel cavallo alto e camminare nella folla. Nessuno è migliore dell’altro e se voi pensate di esserlo perché avete visto la foto di una ragazza che allatta su internet avete un problema.

Un po’ di cibo per la mente.”

Unimamme cosa ne pensate del primo e del secondo messaggio di questa mamma postati su Facebook?

Noi vi lasciamo con la campagna pro allattamento al seno con alcuni manichini che allattano.