Una storia che nella sua iniziale tristezza sicuramente ha un lieto fine.

E’ la storia di una bambina nata con la sindrome di Down che è stata abbandonata dalla madre al momento della nascita. Non si sa chi siano i suoi genitori biologici: la mamma infatti ha partorito anonimamente e non si conosce nemmeno l’identità del padre.

Come accade in questi casi, il caso della bambina finisce sul tavolo del giudice minorile che dà l’autorizzazione ad adottarla.

Neonata con la sindrome di Down abbandonata alla nascita affidata a un single

Una volta resa adottabile, la sua disabilità sembra essere uno scoglio insormontabile: non si trova nessuna coppia disposta ad adottarla. Ben 7 famiglie in lista infatti dicono di “no”.

Probabilmente le coppie in attesa di un’adozione si immaginano di avere un figlio senza problemi (nessuno giudica, è solo una constatazione), fatto sta che nessuno intende adottarla.

Fortunatamente però, come riportato da Il Mattino, nella lista c’era anche un single che si era dichiarato disposto ad adottare senza nessuna condizione: a lui è stata infatti data la bambina in pre-affidamento. Ciò significa che i due vivranno insieme in attesa che i giudici diano parere favorevole all’adozione.

Si tratta di un caso eccezionale, perché in Italia l’adozione per single non è ammessa, a meno che non ci siano situazioni particolari come appunto casi di bambini con disabilità.

E’ ciò che stabilisce l’art.44 della legge 184 del 1983, “adozioni speciali”.

Questa bambina avrà sicuramente tanto amore da parte del suo nuovo papà: c’è da chiedersi come mai in tanti l’abbiano rifiutata, ma tutto accade per un motivo e forse quel motivo è che si dovessero incontrare lei e chi le vorrà davvero bene.

E voi unimamme cosa ne pensate?

Intanto vi lasciamo con il post che parla delle cose da sapere sulla Sindrome di Down spiegate da una mamma.