Home Mamma & Co. Accade nel mondo Firenze: neo mamma cacciata dalla piscina perché indossava questo costume (FOTO)

Firenze: neo mamma cacciata dalla piscina perché indossava questo costume (FOTO)

CONDIVIDI

Piscina Costoli FirenzeUna neo mamma che stava facendo il bagno con il suo piccolo è stata cacciata dalla piscina pubblica Paolo Costoli di Firenze a causa del costume che indossava.

A raccontare la triste vicenda che risale allo scorso sabato è la consigliera comunale Miriam Amato, che in difesa della mamma cacciata dalla struttura ha fatto un appello ufficiale: “Chiedo all’assessore allo sport Vannucci di inviare una circolare alle piscine comunali per garantire il diritto alla balneazione delle donne con il burkini, perché è inaccettabile quello che è accaduto sabato alla Costoli, dove una donna araba è stata invitata ad uscire dalla piscina, mentre faceva il bagno col suo bambino“.

La Amato racconta che la mamma “è stata invitata dal bagnino a lasciare la piscina dei bambini, mentre faceva il bagno col suo figlioletto di neanche un anno. È stata una scena spiacevole e umiliante per la donna, che ha iniziato a giustificarsi di fronte a bambini increduli, spiegando che si trattava solo di un costume“.

LEGGI ANCHE: Bambino in piscina rischia di affogare ma viene salvato da una bimba

La Amato racconta di essere stata ascoltata dal bagnino solo dopo aver specificato di essere una consigliera comunale. Solo a questo punto il bagnino si è giustificato dicendo che l’ordine veniva dall’alto. Peccato che i suoi colleghi lo abbiano prontamente smentito, assicurando che si era trattato di una sua iniziativa personale. “Lungi da me di prendermela contro il bagnino – ha dichiarato la Amato – probabilmente non si era mai trovato davanti un burkini: chiedo però all’assessore allo sport di inviare una circolare alle piscine comunali, per informare che il burkini è un costume e come tale consente la balneazione alle donne che lo portano“.

E voi Unimamme come vi sareste sentite se vi avessero intimato di “spogliarvi” un po’ di più o di andarvene subito insieme al vostro piccolino?