Home Mamma & Co. Accade nel mondo Infezione in vacanza per due bambine: la denuncia della mamma (FOTO)

Infezione in vacanza per due bambine: la denuncia della mamma (FOTO)

CONDIVIDI
infezione in vacanza
Bambina infezione in vacanza (Facebook/Danielle Macintyre)

Due bambine prendono un’infezione in vacanza, la mamma pubblica le foto di denuncia su Facebook.

Una giovane mamma scozzese è andata in vacanza per la prima volta con le sue bambine. Dopo alcuni giorni spensierati le bambine hanno iniziato a stare male. Avevano contratto una terribile infezione che ha prodotto macchie, bolle ed escrescenze purulente. La mamma ha denunciato tutto pubblicando le foto delle sue bambine su Facebook.

Infezione in vacanza per due bambine, la denuncia

Danielle Macintyre, giovane mamma scozzese di 25 anni, è andata in vacanza sull’isola di Maiorca, ad Alcudia, a settembre con tutta la famiglia e le due figliolette Nevah e Milla, di 3 anni e 5 mesi. La mamma temeva che le bambine piangessero durante il viaggio in aereo, ma non ci sono stati problemi. le bambine sono state brave e anche i primi giorni di vacanza sono trascorsi spensierati e sereni.

Dopo cinque giorni di mare e sole sono iniziati i problemi. La figlia più grande, Nevah ha manifestato sintomi quali gola infiammata e rash cutaneo. La bambina ha avuto anche la febbre, così la mamma l’ha portata da un medico locale, secondo il quale la piccola era solo disidratata e con la gola rossa. Una diagnosi che non ha convinto la madre, perché la bambina aveva bevuto molto, come ha detto.

La famiglia stava per rientrare dalla vacanza, quando le condizioni della bambina sono peggiorate. Delle macchie rosse sono comparse sulle mani e sul piede. Nonostante le condizioni della bambina, la famigliola scozzese e rientrata a casa dalla vacanza. Al ritorno in Scozia anche la bambina più piccola, Milla, ha iniziato a stare male, mostrando gli stessi sintomi della sorella.

infezione in vacanza
Bambina con infezione (Facebook/Danielle Macintyre)

Le condizioni della bambina più piccola sono state subito serie. Milla piangeva e urlava di dolore. Mamma Danielle l’ha portata prima dal medico e poi in ospedale. Qui i medici hanno diagnosticato ad entrambe le bambine la malattia mano-piede-bocca. Si tratta di una infezione virale contagiosa, molto comune tra i bambini piccoli, non grave ma molto fastidiosa. Questa malattia provoca infiammazioni alla bocca e rash cutaneo, con macchie e irritazioni alle mani e al piede. Da queste caratteristiche il nome della malattia.

Questa infezione non è letale per i bambini, ma è molto dolorosa e se non è controllata può portare alla disidratazione.

infezione in vacanza
Bambina con infezione (Facebook/Danielle Macintyre)

Per quello che è successo, la giovane mamma scozzese ha puntato il dito contro l’hotel dove aveva alloggiato con la famiglia a Maiorca, ritenendolo responsabile per la malattia delle figlie perché lo staff sapeva dell’esistenza di un focolaio della malattia, ma non ha informato la giovane mamma né i familiari che erano con lei. “Al nostro arrivo avrebbero dovuto informarci del focolaio della malattia“, ha ribadito la giovane mamma.

Ad un altro banco di accettazione dell’hotel di Alcudia, a Maiorca, destinato ai clienti della Thomas Cook Airlines, era esposto un avviso che informava che in albergo circolava la malattia dal mese di maggio. Come è possibile che l’infezione ancora circoli, dopo 4 mesi, si è chiesta Danielle? Ma soprattutto, la mamma ha sottolineato che un semplice avviso su un banco di accettazione al pubblico per un resort con tre grandi alberghi non è abbastanza.

Se la giovane mamma non avesse notato, per caso, l’avviso scritto sul bancone della Thomas Cook Airlines, a quest’ora non avrebbe saputo che tipo di malattia avesse contagiato le sue bambini.

Nemmeno la compagnia aerea Jet2 airline ha avuto la premura di avvisare i viaggiatori che a Maiorca era in corso un contagio della malattia mano, piede e bocca.

Quando Danielle ha chiamato la compagnia area per fare reclamo, dalla Jet2 airline le hanno risposto che non avevano notizia di alcuna infezione delle malattia e che se ci fosse stato un focolaio le avrebbero offerto di spostarsi in un altro hotel. Una possibilità che tuttavia la giovane mamma non ha avuto.

infezione in vacanza
Bambina con infezione (Facebook/Danielle Macintyre)

Per questo motivo, la mamma indignata ha deciso di rendere pubblico con un post su Facebook quello che era successo alle sue bambine. Il post può essere letto da chiunque. Secondo la donna, la compagnia di viaggi a cui si era rivolta per la sua vacanza non l’ha avvisata di proposito della malattia che circolava in hotel. La donna sottintende che per non perdere clienti avrebbero preferito far passare la cosa sotto silenzio.

Danielle è così arrabbiata non poter tacere di fronte a quanto accaduto. “Questa malattia ha rovinato le nostre vacanze“, ha detto.

La donna ha anche raccontato come la malattia che ha contagiato le bambine ha avuto effetti negativi su tutta la famiglia. La madre della donna, che era in vacanza con lei, e il partner di Danielle al loro rientro in Scozia non sono stati ammessi al lavoro, per alcuni giorni, entrambi lavorano nella sanità, per il timore che potessero diffondere l’infezione.

In una dichiarazione alla stampa inglese, la compagnia Jet2, ha fatto sapere di avere a cuore la salute e la sicurezza dei propri clienti e di impegnarsi in questo senso. La compagnia ha poi ammesso di essere a conoscenza di un “piccolo numero di casi della malattia mano-piede-bocca all’hotel Club Mac di Acudaa” e ha aggiunto di aver allertato il personale su come individuare e prevenire i contagi.

Per la giovane mamma scozzese, tuttavia, il danno ormai è fatto e con il suo messaggio di denuncia oltre a mettere in guardia gli altri genitori non sta facendo una buona pubblicità all’hotel dove ha trascorso la sua vacanza a Maiorca.

Del resto, come darle torto? Siete d’accordo unimamme?

Questa storia è stata raccontata da Cafèmom.

Sulla malattia mano-piede-bocca abbiamo già scritto segnalando un caso particolare.


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it