4 gemelli


 

Annegret Raunigk è una sorridente sessantacinquenne di origine tedesca che sta per stabilire un incredibile primato: dare alla luce 4 gemelli in un’età che possiamo francamente dire non proprio verde e avendo già avuto 13 figli.

Annegret quindi sta per diventare la donna più anziana ad avere 4 gemellini.

La sua gravidanza, la cui storia presto diventerà anche oggetto di un documentario, è frutto di un’inseminazione artificiale, usando una donazione di sperma e uova.

Annegret Raunigk, non è nuova a gravidanze in età avanzata, in passato, aveva già raggiunto gli onori delle cronache per aver avuto la figlia Leila all’età di 55 anni.

Annegret Raunigk


Ad ogni modo la donna, già alla 21° settimana di gestazione, ha ammesso di essere rimasta sconvolta alla notizia dei 4 gemelli.

Il ginecologo, forse pensando alla sua salute, le aveva inizialmente suggerito una riduzione selettiva che si verifica quando, in una gravidanza multi fetale, uno o più feti vengono abortiti, ma la donna ha declinato l’offerta.

Annegret, che dovrebbe andare in pensione quest’anno, ha sottolineato che si sente in forma e capace di portare a termine la gravidanza e allevare tutti e 4 i bambini.

“Non penso di avere alcun problema” ha riferito fiduciosa al Daily Mail.

E se qualcuno avanza qualche interrogativo circa la sua età, lei ribatte che non si preoccupa di cosa accadrà da qui a 5 anni, quando ne compirà 70 e dovrà gestire una figlia adolescente, perché pensa sarà ancora in salute.

I suoi 13 figli, il maggiore ha 44 anni, provengono da 5 padri diversi, mentre la donna ha già 7 nipoti.

“Penso che ciascuno debba scegliere da solo e non ascoltare troppo le opinioni altrui” dichiara Annegret che, come avrete intuito, non accetta molte critiche.

Tempo fa vi avevamo parlato della signora Singh, che a 70 anni aveva partorito 2 gemelli, stabilendo un incredibile record.

Ora, unimamme, sicuramente non spetta a noi giudicare le azioni di queste donne che in età avanzata decidono di diventare mamme, ma non possiamo fare a meno di pensare a questi bambini, che tutte noi sappiamo bisognosi di cure ed attenzioni ad ogni stadio di età, e come potranno queste donne, affrontare gli sforzi, le fatiche, i sacrifici che comporta allevarli.

Voi cosa ne pensate? Vi sentireste di criticare come sventata ed egoistica la decisione di Annegret oppure le mostrereste comprensione?

Dite la vostra se vi va.

 

 

(Fonte: Daily Mail.co.uk)