Home Mamma & Co. Accade nel mondo Lady Oscar, Georgie, Lamù e Sailor Moon: i cartoni più censurati (FOTO...

Lady Oscar, Georgie, Lamù e Sailor Moon: i cartoni più censurati (FOTO & VIDEO)

CONDIVIDI

Molti cartoni animati degli anni 80′ sono stati censurati.

Per le mamme e i papà cresciuti negli anni Ottanta potrebbe essere un brutto colpo scoprire che le scene di alcuni cartoni sono state eliminate. All’epoca infatti si pensava che alcune scene avrebbero turbato i bambini.

Vediamo insieme di quali cartoni animati si tratta.

Lamù

Ataru Morobosci, il protagonista, spoglia l’aliena Lamù, che è innamorata di lui

Lady Oscar

Quella di Lady Oscar è forse la scena più violenta. La protagonista, Oscar, è stata allevata come un uomo per volere del padre, militare, che non aveva avuto figli maschi. Nella scena censurata Andrè, il suo attendente innamorato di lei, la bacia e le strappa i vestiti

Sailor Moon

La paladina che combatte il male in nome della Luna è stata protagonista di scene giudicate, all’epoca (si tratta degli anni Novanta, inizio 2000) controverse.

In questa una delle alleate, Sailor Uranos, la bacia a tradimento

Candy Candy

La tenera orfanella che ci ha fatto versare tonnellate di lacrime ha avuto un finale completamente stravolto. Il cartone animato mostra Candy felice tra le braccia dell’amato Terence, mentre nel manga (il fumetto originale) la ragazza, dopo aver lasciato Terence tra le braccia di un’attrice diventata disabile, si innamorava di Albert, suo vecchio amico d’infanzia e “zio adottivo”.

Georgie

Georgie, la ricordate? La scena incriminata è quella in cui uno dei fratelli adottivi di Georgie, segretamente innamorato di lei, si offre di scaldarla.

Occhi di gatto

La scena di un mezzo nudo è stata censurata.

I Puffi

Infine, sapevate che puffetta in Israele è stata censurata dalle locandine? Agli ebrei ultraortodossi è infatto vietato guardare immagini femminili

Unimamme, voi conoscevate già queste censure?


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it