Home Mamma & Co. Accade nel mondo “Mia figlia stava per soffocare”: l’appello di una mamma ai genitori (FOTO)

“Mia figlia stava per soffocare”: l’appello di una mamma ai genitori (FOTO)

CONDIVIDI

Ci sono degli oggetti di uso quotidiano che sembrano innocui ma che in realtà non lo sono affatto. Pensiamo ad esempio alle parti piccole di qualche giocattolo, alle caramelle, persino alle carote che se tagliate male possono provocare un soffocamento. Questa volta ad essere sotto accusa sono le mollette per capelli che stavano per per costare la vita a sua figlia.

Bambina rischia di soffocare per colpa delle mollette per capelli 

Rebecca Fitzgerald, mamma di due figli della nuova Zelanda, aveva messo la sua bambina più piccola di 1 anno a fare un sonnellino. Ha raccontato ai media locali che sua figlia Charli si era addormentata in macchina e che l’aveva trasportata direttamente nel suo lettino. Qualche tempo dopo ha sentito che si era svegliata sul baby monitor, ma poi non ha sentito più nulla. E così è cominciato l’incubo di ogni genitore, come lei stessa ha detto:

Stava cercando di annaspare per trovare aria. Era floscia, non emetteva alcun suono e l’unica cosa che si sentiva era il suo rantolio che significava che aveva ancora un po’ d’aria, ma evidentemente non abbastanza”

Sembra che una delle mollette per capelli di Charli sia finita nella bocca della bambina e che la stava soffocando, come raccontato da TVNZ. La donna ha immediatamente chiamato i soccorsi e i vicini, ma nessuno l’ha ascoltata. Ha provato dapprima a rimuovere la molletta, ma senza successo e ha aspettato i paramedici. Anche loro ci hanno messo un sacco di tempo per riuscire a togliere la molletta dalla gola di Charli: i paramedici hanno dovuto usare una ventosa per rimuovere l’oggetto, che finalmente è uscito dalla gola della bambina in tempo per essere trasportata in ospedale.

La cosa più importante dicono i paramedici è quella di non provare a prendere l’oggetto in bocca perché potrebbe andare ancora più in fondo, ma praticare alcune manovre di disostruzione:

  • mettere i bambini sulla schiena
  • metterli con la testa più giù tenendoli a cavalcioni e dare cinque grossi colpi sulla schiena partendo dal centro arrivando alla spalla.

Charli fortunatamente si è salvata ma la sua mamma ha voluto condividere la storia affinché anche gli altri genitori imparino dalla sua esperienza. “Potrebbe capitare a chiunque” ha ammesso.

E voi unimamme lo sapevate?

Intanto vi lasciamo con il post che parla di incidenti domestici: 30 consigli per evitarli.