maturità 2018

La maturità in arrivo per 500 mila studenti , si dibatte sulle possibili tracce.

Maturità 2018 al via

Il prossimo 20 giugno 500 mila studenti maturandi inizieranno gli esami con la prima prova scritta.

Durante le prove non saranno ammessi tablet e cellulari secondo una circolare emanata dal Miur che dice: “divieto tassativo per maturande e maturandi, nei giorni delle prove scritte, di utilizzare cellulari, smartphone, PC e qualsiasi altra apparecchiatura elettronica in grado di accedere alla rete o riprodurre file e immagini, pena l’esclusione dall’esame”.

Non si tratta comunque di una vera e propria novità, perché già dall’anno scorso c’erano delle indicazioni sull’uso delle calcolatrici scientifiche o grafiche nella 2° prova.

Una circolare risalente a marzo ha stabilito quali calcolatrici fossero ammissibili.

Chi ha intenzione di usarle deve consegnarle il primo giorno alla commissione d’esame affinché vengano effettuati i controlli necessari.

Sono inoltre previste modalità speciali per l’invio, con plico telematico o cartaceo delle prove per tutti i candidati con disabilità visive e coloro che sostengono l’esame in carcere o in ospedale.

Gli studenti iscritti all’esame sono 509.307.

Di questi 492 698 sono i candidati interni.

Le classi coinvolte sono 25 606, mentre le commissioni 12 865.

Gli esami di maturità inizieranno ufficialmente mercoledì 20 giugno alle 8.30, la durata massima è di 6 ore.

La seconda prova inizia giovedì 21 giugno alle 8.30, la durata va dalle 4 alle 8 ore, per i licei musicali, coreutici artistici la prova può durare due o più giorni.

Al liceo classico è in programma greco e matematica per lo scientifico. Scienze umane è stato scelto per scienze umane, economia aziendale per l’indirizzo Amministrazione, finanza e marketing, scienza e cultura dell’alimentazione per l’indirizzo Servizi enogastronomia e ospitalità alberghiera.

La terza prova è per il 25 giugno dalle 8.30.

Infine, la 4° prova si effettua nei licei ed istituti tecnici dove ci sono progetti sperimentali di doppio diploma alo-francese Esabac ed Esabac Techno e nei Licei con sezioni ad opzione internazionale spagnola, tedesca e cinese è previsto per il 28 giugno.

Come si legge su Il Sole 24 ore sul sito del Ministero dell’Istruzione è possibile scoprire i nomi dei commissari.

Per farlo basta digitare il nome o l’indirizzo della scuola per sapere in quale commissione inserito.

Nel frattempo impazza sul web il toto tracce per scoprire i temi d’esame. Pare che tra i più quotati ci siano Pirandello, il caso Moro (lo indica 1 su 4) e la Costituzione (per il 21%), Italo Svevo è al 18%, Dante Alighieri al 10%, Giuseppe Ungaretti è all’11%.

Per quanto riguarda il tema di attualità ci potrebbero essere Stephen Hawking, bullismo, cyberbullismo, violenza sulle donne e immigrazione.

I commissari hanno a disposizione 45 punti, per ogni prova è previsto un massimo di 15 giorni, per i colloqui il voto è compreso tra 1 e 30. Il voto minimo per superare l’esame è 60/100 e il massimo 100/100.

Unimamme, voi eravate al corrente di questi aspetti sulla maturità?