docente accoltellata

Franca Di Blasio, professoressa accoltellata al volto da un alunno è diventata Cavaliere della Repubblica.

docente accoltellata: la sua storia

Solo pochi mesi fa la professoressa Franca Di Blasio è stata accoltellata a una guancia da un suo studente diciassettenne.

L’aggressione si è compiuta presso l’Istituto professionale Majorana-Bachelet di Santa Maria a Vico, nel casertano.

Sappiamo, dalle cronache, che non è la prima volta che un alunno picchia o minaccia un professore. Poco tempo fa un alunno aveva rotto il naso a un professore.

In questo caso però l’azione è stata molto più grave.

Tutto è scaturito da una nota in condotta messa dalla docente all’alunno Rosario C., il cui padre, molto noto ad Acerra è il titolare di una rivendita di auto.

Lo studente voleva andare in bagno dopo essersi rifiutato di farsi interrogare per l’ennesima volta.

L’insegnante lo chiamava quasi tutti i giorni, ma lui trovava sempre una scusa per rifiutare.

Quel giorno, davanti alla nota in condotta il diciassettenne ha impugnato un coltello lungo 15 cm. e ha sfregiato una guancia alla sua insegnante.

Dopo il fatto il giovane è fuggito, mentre Franca Di Blasio veniva soccorsa e poi portata in ospedale.

Il ragazzo è stato poi ritrovato davanti a un bar nei pressi della scuola e da lì condotto in caserma, dai carabinieri.

Lì ha sostenuto di essere stato colto da un raptus causato dalla stanchezza legata alla malattia della nonna e di non aver premeditato lo sconsiderato gesto.

Il magistrato della Procura dei Minorenni però non ha creduto a Rosario e ha stabilito per lui il fermo con l’accusa di lesioni aggravate e porto illegale di oggetti atti a offendere.

I suoi famigliari sono rimasti shockati da quanto accaduto.

Da parte sua, la professoressa Di Blasio ha ricevuto 32 punti di sutura e uno sfregio permanente al volto.

La donna però ha cercato di difendere l’alunno dicendo alla Preside: “non faccia del male a quel ragazzo, Madonna mia non ce l’ho fatta a cambiarlo”.

La docente era consapevole della malattia della nonna dell’alunno ma non si era accorta della sua instabilità.

“Non avrei mai immaginato quello che poi ha fatto. Sono davvero dispiaciuta, forse abbiamo fallito”. 

Di recente è stata insignita del cavalierato della Repubblica.

“Sono tornata a scuola da qualche giorno, sono stati i miei alunni a cercarmi e l’ho fatto per loro. Non e’ stato facile ricominciare ma mi e’ bastato vederli per rimettermi in moto. I ragazzi mi aspettavano hanno festeggiato il mio rientro con un cartellone. Era un’atmosfera veramente familiare”.

Ora lo studente è in detenzione in qualche casa famiglia, ma Franca Di Blasio non sa dove sia di preciso.

“Questa è l’occasione per dargli un messaggio, di riprendere in mano la sua vita, una volta completato il percorso di rieducazione di riprendere la sua vita in mano e di volare alto”.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa vicenda di cui si parla su Pupia?

Noi vi lasciamo con la storia di un professore picchiato dal genitore di un alunno delle medie.