Home Aborto e Morte Perinatale Secondo la scienza l’aborto spontaneo è la norma

Secondo la scienza l’aborto spontaneo è la norma

CONDIVIDI

aborto spontaneo

Secondo uno studio per una donna è più comune avere un aborto spontaneo che avere un figlio.

Aborto spontaneo: uno studio

Secondo i ricercatori dell’ University of California, moltissime donne possono aspettarsi di avere un aborto spontaneo più di quanto possono aspettarsi di avere un figlio nel corso delle loro vite.

Questo dipende da anomalie genetiche mortali negli ovuli che impediscono di svilupparsi in bambini.

Gli esperti sottolineano che è sbagliato indicare gli aborti spontanei come rari errori, perché in realtà sono più comuni che avere una gravidanza completa.

Le donne sui vent’anni hanno 50 possibilità su 50 che l’ovulo fecondato diventi un bambino.

I tassi aumentano quando le donne invecchiano, le donne sui 40 hanno più di 30 aborti spontanei per un bambino nato.

Le persone dovrebbero quindi essere educate sul fatto che l’aborto sia la norma.

La ricerca dell’Università della California ha analizzato studi precedenti e database per comparare aborti spontanei e frequenza di bambini nati.

Secondo William Ryce, biologo evoluzionista, l’aborto spontaneo è inequivocabilmente il risultato più comune del concepimento durante la vita di una donna.

La maggior parte degli ovuli fecondati non diventano bambini.

“Non si tratta di un’anomalia, è la norma” ha dichiarato.

Anche le donne sui vent’anni sono più inclini ad avere un aborto spontaneo che un figlio.

Gli ovuli vengono fecondati anche se il loro DNA è corrotto e non sono abbastanza in salute da diventare un bimbo.

Il numero di aborti spontanei rispetti ai bimbi effettivamente nati dipende da quando e dove vive la mamma.

Le donne danesi che controllano liberamente le nascite e possono abortire a 12 settimane hanno una media di

  • 1,7 bambini,
  • 2,1 aborti spontanei
  • e o,4 aborti.

Le donne mormoni negli Usa del 1800 non avevano il controllo delle nascite avevano una media di

  • 8 bambini,
  • 16,8 aborti spontanei.

Secondo la University of Aberdeen’s Sohinee Bhattacharya la riproduzione umana è un processo inefficiente.

Sempre secondo lo studio la maggior parte di questi aborti spontanei avvengono a uno stadio iniziale della gravidanza.

Secondo Ruth Atik, direttrice dell’associazione Aborti spontanei, sarebbe utile che le persone fossero educate e più consapevoli sul fatto che molte gravidanze finiscano con un aborto spontaneo.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa ricerca pubblicata su Biorvix?

Noi vi lasciamo con cosa si prova dopo un secondo aborto spontaneo.


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it