Home Mamma & Co. Accade nel mondo Una bambina è stata morsa da una zecca: la mamma lancia un...

Una bambina è stata morsa da una zecca: la mamma lancia un appello (FOTO)

CONDIVIDI

Una bambina è stata punta da una zecca e ha sviluppato rari sintomi di una malattia.

Bambina punta da una zecca: è rimasta paralizzata

Una mamma ha condiviso quanto accaduto alla figlia per creare consapevolezza.

“Ci siamo spaventati un po’ questa mattina. Kailyn si è svegliata questa mattina e non riusciva a camminare. Pensavo che le sue gambe fossero addormentate poi ho notato che riusciva malapena a parlare. Dopo tonnellate di lavoro col sangue e un’ecografia della testa, l’Università del Missisippi ha stabilito che si tratta di paralisi da zecca.

Per favore, per l’amor di Dio controllate i vostri bambini per quanto riguarda le zecche, è più comune nei bambini che negli adulti. Noi siamo stati ammessi in ospedale in osservazione, stiamo sperando che il suo equilibri si raddrizzi. Pregate per questa bambina!

Spavento è minimizzare.

Lei è stata una campionessa in tutta questa Odissea”.

Il messaggio della mamma Jessica Griffin, condiviso su Facebook, è diventato virale.

Il suo messaggio ha ottenuto 117 349 Like e 448 714 condivisioni.

Nel corso di un’intervista con la ABC la mamma di Kailyn ha spiegato la figlia è andata a letto una sera e stava benissimo ma che il giorno dopo quando si è svegliata per andare all’asilo è caduta perché le gambe non la sostenevano.

“Le ho spazzolato i capelli per farle una coda e ho notato che parlava a malapena, quando ho aperto i suoi capelli ho visto la zecca”.

A Kailyn hanno diagnosticato una paralisi da zecca, una malattia che Jessica non aveva mai sentito nominare.

Secondo il  Centers for Disease Control and Prevention le zecche, nella loro saliva, possiedono una tossina che può causare la paralisi e può presentarsi come un disordine neurologico.

“Il suo pediatra mi ha detto che aveva succhiato così tanto durante la notte da diventare molto grossa e rilasciare la tossina“.

Grazie alle cure, in 12 ore la bambina si è ripresa e ha potuto uscire dall’ospedale sulle sue gambe.

Non volevo che questo messaggio diventasse virale ma sono contenta perché ora so che non sono la sola a non aver mai sentito nominare la paralisi da zecca. Noi l’abbiamo sperimentata direttamente. Assicuratevi di controllare i bambini in ogni piega del loro corpo. Kailyn si è ripresa e non ha rallentato da quando i suoi piedi hanno colpito il pavimento, questa mattina”.

Unimamme voi eravate al corrente di questo rischio? Avevate mai sentito parlare di paralisi?

Noi vi lasciamo con una mamma che afferma di fare attenzione a determinati sintomi sempre in tema di zecche.