Quando si aspetta un bambino ci si interroga su quando si partorirà. Io per esempio con Paola ho partorito in un grande ospedale di Milano dove mi sono trovata malissimo, mentre con Vittoria ho scelto l’ospedale della città dove nel frattempo ci siamo trasferiti ed è stata la migliore decisione che potessi prendere.

Non si è mai troppo preparati, nonostante i libri che si leggono. Ecco perché bisogna seguire i consigli di chi ne sa più di noi per cercare di affrontare il giorno della nascita con maggiore serenità.

I consigli delle ostetriche per vivere meglio il parto

Alcune ostriche ed infermiere di ostetricia hanno infatti fornito utili consigli per aiutare le future mamme ad essere più serene, raccolti dall’Huffingtonpost.

Ve li riportiamo riassunti e tradotti.

1 – Scegliete un ospedale per la sua capacità di prendersi cura di voi e non perché è un bell’edificio. La qualità delle persone che ci lavorano è importante.

2 – Non mettete i vostri bisogni per ultimi: per esempio non fate venire 20 parenti in stanza a trovarvi dopo che avete avuto un parto cesareo. E’ meglio avere uno o due famigliari designati che aiutano la neo mamma a prendersi cura del bambino durante i primi giorni. Niente visitatori ad oltranza, anche se è difficile porre dei limiti.

3 – Non abbiate paura di chiedere alle persone di andarsene: dopo un parto si è molto affaticate e bisogna riposare. Pensate a voi stesse e non ai parenti che vogliono vedere il bambino. Per i primi due giorni staccate anche il telefono.

4 – L’allattamento è una capacità che si apprende sia per voi sia per il vostro bambino: siate pazienti e provateci. Sarà meraviglioso per entrambi ma dovete imparare. Non soffrite in silenzio e contattate un esperto per mostrare le vostre difficoltà.

5 – Dormite quando il bambino dorme

6 – Se avete avuto un cesareo, prendete un cuscino quando andate a casa in modo che la vostra ferita non vi faccia male ad esempio per le buche per strada.

7 – Usate uno spray emolliente prima di andare in bagno…sarà un processo più sopportabile e meno spaventoso.

8 – Se qualcuno si offre di venire a casa per permettervi di fare una doccia, accettate. Per le donne con il cesareo, ricordatevi che non solo avete avuto un bambino, ma anche un intervento chirurgico.

9 – Fidatevi di voi e del vostro istinto: prendete i consigli di chi vi circonda secondo quello che vi fa stare meglio. E se vi domandate se siete delle brave mamme, lo siete già.

10 – Usate assorbenti rinfrescanti (vi abbiamo parlato di come realizzare assorbenti ghiacciati)

11 – Conoscete il vostro corpo: quando siete a casa usate uno specchio portatile per guardare il vostro perineo o l’incisione del cesareo. In questo modo saprete se qualcosa è cambiato: ad esempio se la ferita del cesareo sta guarendo bene.

12 – Limitate il numero delle visite: usate il tempo che avete dei primi giorni a casa per riassestare gli equilibri della nuova famiglia. Concentratevi sull’allattamento e se non volete allattare, trovate un’ostetrica che vi supporti. Chiedete ai visitatori di aspettare prima di venire a farvi visita un paio di settimane. Non abbiate paura di chiedere aiuto.

13 – Bevete acqua per eliminare gli eccessi di liquidi e rimanere idratate: dopo il parto si sarà sicuramente un po’ gonfie (io per esempio avevo  i piedi che erano due zampogne). Uscite a fare una passeggiata: l’aria fresca e l’attività all’aria aperta aiutano anche con il baby blues.

14 – Mentre imparate a gestire la nuova routine, chiedete a qualcuno di tenervi il bambino per un’ora al giorno per dedicarvi a voi stesse.

15 – Una buona dieta è la chiave: mangiate uno snack salutare ogni volta che allattate il vostro bambino anche se non avete appetito. Mangiate sano, prendete sole, andate fuori casa e rilassatevi. Seguite quello che va bene per voi e non seguite i consigli di nessun altro.

16 – Accettate gli aiuti degli altri: se qualcuno si offre di preparare il pranzo, di pulire etc, accettate volentieri! Anche i papà possono tenere i bebé mentre la mamma si può fare un bagno, dormire, leggere o qualsiasi cosa voglia per un’ora.

17 – Quando siete a casa, organizzate degli orari di visita e abbiate dei visitatori che vi portano cibo o la spesa. E state in pigiama, senza problemi (rimarranno di meno).

18 – Frequentate i gruppi di altre mamme per uscire di casa e ricevere supporto dalle altre neo mamme.

19 – Concedetevi una pausa: se avete bisogno di piangere, fatelo. Essere genitori è un lavoro molto difficile, così come imparare ad allattare e imparare ad includere un nuovo membro della famiglia. La mancanza di sonno, gli sbalzi ormonali, ti possono far sentire stanca e arrabbiata. E’ la normalità. Non sempre tutto è bello, bisogna tenerlo presente senza colpevolizzarsi.

20 – Siete più forti di quello che pensate! Non vi preoccupate di quello che dicono gli altri: siete già bravissime.

E voi unimamme cosa ne pensate? Quale di questi consigli avete seguito o seguirete?

Intanto vi lasciamo con il post che parla di tutte le cose di cui non si parla dopo la nascita di un figlio.