Adozioni: in arrivo un bonus annuale da 5 mila Euro?

Il Governo italiano si sta impegnando per trovare nuove risorse per le adozioni internazionali con un bonus annuale per le famiglie che adottano.

Unigenitori che magari state considerando l’idea di adottare un bimbo, sappiate che presto potrebbero arrivare grandi novità per quanto riguarda l’investimento del governo sulle adozioni internazionali.

Si sta lavorando infatti per introdurre nella Legge di stabilità un bonus annuale di 5 mila Euro per le famiglie che adottano, a partire dal 2015.

Graziano Delrio, Presidente del Consiglio dei ministri, ribadisce infatti l’intenzione del Governo di sostenere le adozioni con queste parole: “Voglio confermare che l’impegno del Governo c’è e ci sarà. Anche sull’importante profilo del sostegno economico alle famiglie che intraprendono il percorso adottivo”.

A quanto pare le adozioni, finalmente, avranno un occhio di riguardo anche perché il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha deciso di tenere su di sé la responsabilità politica delle adozioni internazionali.

Come ci ricorda Silvia Della Monica, presidente della commissione Adozioni internazionali, “la tutela dei diritti umani dei minori è per noi uno degli impegno fondamentali”.

In realtà è proprio Della Monica, a sottolineare l’attuale scarsità di fondi dal momento che in pochi anni le risorse sono drasticamente diminuite.

Solo fino a poco tempo fa, a disposizione, vi erano circa 20 milioni di Euro, mentre nel 2013 i fondi sono precipitati a 5 milioni.

Della Monica fa notare: “questo è il motivo per cui non possiamo andare avanti col sistema dei rimborsi”. La sua idea infatti è quella di far assorbire questa funzione anche dall‘Agenzia delle Entrate grazie alla “detraibilità documentata o l’ “l’aumento della deducibilità“.

L’emendamento circa adozioni internazionali è già stato ritenuto ammissibile. “La genitorialità non è una questione privata, ma ha rilevanza pubblica. Una Repubblica che non riconosce il valore della genitorialità è una Repubblica insipida perché la famiglia è un soggetto pubblico, non privato. Abbiamo iniziato il percorso sulle adozioni un anno fa e oggi accogliamo con favore l’impegno del Governo.” dichiara Edoardo Patriarca, presidente del Centro Nazionale per il volontariato.

Per sostenere le famiglie che desiderano adottare e sensibilizzare la popolazione dal 16 al 19 aprile si svolgerà il Festival del Volontariato.

Marina Virgilitto, del Coordinamento enti autorizzati rincara: “questa iniziativa è il primo momento di rilancio per le adozioni”. Proprio da lei parte il desiderio di trovare un alleato nel sostenere nel Cnv per portare avanti istanze comuni sulle adozioni.

“Con loro vogliamo costruire momenti di proposizione politica delle adozioni partendo dalla nostra esperienza e quella delle nostre famiglie” afferma la Virgilitto.

Unimamme, forse, piano piano, stiamo arrivando a realizzare quello che si propone di raggiungere anche l’associazione Enzo B, cioè far diventare l’adozione un bene comune.

Voi cosa ne pensate? Conoscete qualcuno che ha già intrapreso questo percorso o vorrebbe iniziarlo?
Dite la vostra se vi va.

 

Fonte: Corriere.it

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta