Alimentazione e bambini: 10 buoni consigli per l’estate

Un’alimentazione adeguata è fondamentale per delle vacanze all’insegna della salute e del benessere nostro e dei nostri bambini.

Alimentazione estiva bambiniL’estate e l’arrivo della calda stagione ci mettono a confronto con un cambio di abitudini e questo vale anche per i nostri bambini.

10 suggerimenti per una sana alimentazione

Insieme alla maggiore attenzione necessaria circa l’esposizione solare, di cui vi abbiamo ampiamente parlato in un articolo tutto dedicato alla “fotoprotezione”, c’è un altro accorgimento anch’esso fondamentale da mettere in atto per far sì che la bella stagione e le vacanze siano un momento rigenerante…”per tutti”!

Questo accorgimento riguarda l’alimentazione.

Caldo e afa rendono infatti necessario rivedere le abitudini alimentari dei più piccoli.

Per proporre una alimentazione adeguata al periodo bisogna innanzitutto tenere conto dell’età di nostro figlio.

Partiamo cercando di “leggere” gli effetti che il caldo può avere sui bambini:

  • Lattanti: nei lattanti il caldo comporta spesso una riduzione di appetito. Inutile aggiungere che questa normale reazione fisiologica provoca spesso crescenti ansie familiari, quindi… ricordate che questo effetto del cambio di temperatura nei “piccoli” può essere naturale.
  • Bambini e ragazzi: gli effetti per i più grandi possono essere associati  anche a:
    • una variazione del ritmo del sonno;
    • inappetenza circa il primo pasto della giornata, la colazione;
    • ricerca di bevande fredde e zuccherate, in risposta all’esigenza d’acqua.

Ecco quindi 10 semplici accorgimenti da seguire per affrontare l’estate al meglio anche sotto il profilo dell’alimentazione e della salute:

1. Non preoccupatevi più del dovuto, ricordatevi che il caldo porta una riduzione dell’appetito a tutte le età. Nei bambini di età inferiore a 2 anni, se il biberon viene rifiutato sostituitelo con latte quasi freddo o yogurt

2. I ritmi di crescita di un bambino variano da soggetto a soggetto, quindi se durante il periodo estivo capita più spesso che rifiutano la pappa, non forzatelo a finire la porzione, ma continuate pur sempre a offrire un pasto completo.

3. I bambini tra 2 e 4 anni, potrebbero trovarsi nella  piena fase fase del “no”. Hanno un “NO” per tutto, figuriamoci se non per i cibi a cui sono abituati. Non scoraggiamoci e proponiamo molta varietà nella scelta dei cibi, tanta frutta e verdura. Presentiamo le porzioni sempre a tavola apparecchiata e non dimentichiamo mai di stuzzicare il piccoli giocando con il colore degli alimenti!!!

4. Se i bambini hanno inappetenza a colazione questo può essere provocato, oltre che dal caldo, dalla variazione delle abitudini del sonno dato che d’estate vanno a letto più tardi. Non rinunciate mai a preparare per loro una ricca e sana colazione!

5. La ricerca di bevande gassate e zuccherate non deve essere assecondata, questa insana abitudine comporta ben tre fattori negativi:  

  • apporta una dose eccessiva di calorie;
  • favorisce il sovrappeso;
  • non disseta e quindi non soddisfa il desidero di bere.

Sia i lattanti che i bambini vanno dissetati con acqua (no latte, tisane, etc…).

6. Preferire alimenti semplici e freddi rispetto a quelli cotti e caldi. Evitare panature e fritture.

7. Se per tuo figlio frutta e verdura sono un tabù, prepara belle macedonie, spiedini di frutta, ghiaccioli fatti in casa…sfrutta l’estate per farlo abituare a queste pietanze.

8. Il gelato d’estate è un ottimo alimento. Prima di scegliere “gusto” e “dose”, considerate sempre il suo apporto di calorie e il momento della giornata in cui verrà consumato. Se vostro figlio è in sovrappeso preferite un gelato alla frutta, se viene mangiato a fine pasto riducete le dosi.

9. Tenete a mente che una corretta alimentazione prevede nell’arco di una settimana un consumo di:

  • carne, pesce e legumi almeno 3-4 volte
  • mentre formaggi, affettati e uovo 1-2 volte.

10. Giochiamo sui colori dei cibi e con la creatività! A volte usare un po’ di fantasia in cucina può essere di grande aiuto. Per i bambini, così come per gli adulti, “anche l’occhio vuole la sua parte“, per loro l’elemento gioco, colore, forme divertenti può essere… non vi viene in mente nulla??? Rubate qualche idea su come alcune mamme hanno  trasformato il cibo il un vero e proprio disegno e fatevi ispirare!!!

Care unimamme, speriamo che questi consigli vi siano d’aiuto nel vostro quotidiano. Scriveteci, dubbi, proposte o le vostre idee da condividere e BUONE VACANZE!

Noi vi invitiamo anche e leggere di un trucco per far mangiare la frutta ai bambini.

Firma: Manuela Leone

Notizie Correlate

Commenta