L’allattamento al seno favorisce lo svezzamento dei bambini, lo dice la scienza

Secondo una ricerca l’allattamento al seno influisce positivamente sul microbioma dei bimbi rendendolo più propenso a digerire i cibi solidi.

allattamento al seno

Studi sempre più approfonditi rimarcano l’importanza del microbioma per lo sviluppo e la salute dei bambini

Uno studio recente della della University of North Carolina Health Care pubblicato su Frontiers in Cellular and Infection Microbiology, ha sottolineato che la dieta dei bambini nei primi mesi di vita ha una profonda influenza sulla composizione, diversità e stabilità del microbioma intestinale.

L’allattamento al seno influenza il microbioma: una ricerca

La ricerca si è svolta nel seguente modo:

  • sono stati raccolti campioni di feci e informazioni sulla salute di 9 bambini
  • l’età dei piccoli variava dalle 2 settimane ai 14 mesi
  • usando tecniche di sequenziamento genomico per i campioni di feci sono stati dedotti i tipi e le funzioni dei batteri del microbioma intestinale dei bambini

Lo studio ha osservato che vi era una netta differenza tra il microbioma intestinale dei bimbi allattati esclusivamente al seno e quelli invece con il latte della mamma integrato da quello artificiale.

E fin qui la ricerca si accordava con i precedenti studi, la sorpresa invece è sopraggiunta quando sono stati analizzati i campioni di feci dal momento in cui i piccoli hanno cominciato a ingerire cibi solidi.

Gli scienziati hanno scoperto 20 enzimi batterici presenti esclusivamente nei bimbi che erano stati allattati al seno e che venivano svezzati.

Questo cambiamento suggerisce che, ad un certo punto, l’organismo dei piccoli abbia sentito la necessità di introdurre nuove specie di batteri per aiutare i bambini a digerire i nuovi alimenti.

Nei bambini che ricevevano latte materno integrato con la formula vi erano invece ben 230 enzimi, ovvero un mutamento decisamente più drammatico del loro microbioma intestinale.

Allattamento al seno e microbioma: conclusioni

Dai dati è emerso che i piccoli allattati esclusivamente al seno possedevano un microbioma solo leggermente variato e dominato prevalentemente dal Bifidobacterium, un tipo di batterio considerato benefico per la digestione.

I piccini che invece avevano ricevuto latte materno e in polvere avevano minori percentuali di questo batterio.

Abbiamo scoperto che i bambini allattati al seno possiedono comunità di microbioma più predisposte all’introduzione di cibi solidi. Lo studio indica che la composizione del microbioma influenza la capacità di un bambino di digerire cibo nel breve termine e ne influenza potenzialmente la salute. La transizione al cibo solido infatti è più drammatica per il microbioma dei bimbi non esclusivamente allattati al seno i quali possono sperimentare dolori allo stomaco e coliche” riferisce il dottor  Andrea Azcarate-Peril, a capo della ricerca.

Questo studio dunque è un’altra carta a sostegno dell’allattamento al seno almeno per i primi 6 mesi dei bimbi, come ricorda anche la dottoressa Amanda Thompson del dipartimento di antropologia dell’Università del North Carolina.

Sempre questa dottoressa fa notare come la ricerca indichi che il microbioma si sviluppa molto presto e che è chiaramente importante per la salute degli individui per prevenire asma e allergie come suggerisce un’altra recente indagine.

Unimamme, cosa ne pensate di questi risultati? Vi saranno utili nel prendere una decisione circa l’allattamento di vostro figlio?

Dite la vostra se vi va.

Noi vi lasciamo con 5 cose sull’allattamento al seno conosciute dai bambini.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta