Cani e Bambini: come impostare una corretta convivenza senza rischi.

Crescere con un cane è un’esperienza molto stimolante per un bambino, ma bisogna imparare a gestire il cucciolo e spiegare al bambino come relazionarsi a lui.

boys with dog

Conoscere il mondo animale è una delle esperienze più straordinarie per un bambino, e spesso l’animale più adatto per fare questa esperienza è il cane.
Quasi tutti i bambini amano i cani e desiderano averne uno, per loro la relazione con un cucciolo è un’enorme occasione per imparare a costruire una relazione rispettosa con l’altro.

Perché è positivo per un bambino crescere con un cane?

1. il cane non giudica,

2. non è in competizione,

3. non rifiuta,

4. da un senso alla nostra presenza,

5. offre stimoli congiuntivi,

6. offre possibilità comunicative,

7. favorisce stati d’animo positivi (riso, curiosità, desiderio di imparare, prendersi cura, buonumore).

Decidere quindi di prendere un cane che faccia parte della vostra vita e di quella dei vostri figli è un’ottima scelta, a patto però che sia consapevole di quanto impegno e quanta gestione delle situazioni vi aspetti. Troppo spesso il cane viene considerato una sorta di babysitter, si pensa che il cucciolo crescendo con il bambino sia in grado di relazionarsi subito in modo corretto con lui, non è così. Entrambi dovranno imparare come viversi.

Quando in famiglia arriva un cane bisogna aspettarsi alcuni comportamenti:

  • i cuccioli sono molto attivi,
  • usano i denti e le zampe per giocare ed esplorare,
  • corrono per tutta casa,
  • usano la bocca per scoprire il mondo  (cibo, vestiti, mobili e parti del corpo del proprietario)
  • e tendono a rubare gli oggetti che trovano alla loro portata, anche quelli dei bambini.

È importante che il bambino impari ad interagire con il cane in maniera corretta: va spiegato che non può tirargli la coda o le orecchie, infilargli le dita negli occhi perché in questi casi il cane può reagire dando dei segnali di avvertimento, ad esempio ringhiando, ma se il bambino non è in grado di interpretare correttamente i segnali dati dal cane, continuerà a disturbarlo con il rischio di essere morso.

Voi in quanto mamme  e proprietari dovrete:

  • essere sempre presenti, mai lasciare il cane e i bambini completamente da soli;
  • spiegare a tutti i componenti della famiglia che bisogna evitare tutti i giochi col cucciolo che prevedono giochi di forza e l’utilizzo della bocca del cane (ad esempio il gioco del tira e molla), questo per scoraggiare una qualsiasi tipo di gioco troppo irruento che il cane potrebbe voler fare anche con vostro figlio;
  • favorire una buona socializzazione del cucciolo con gli altri cani e cin le persone.
  • scoraggiare qualsiasi forma di possessività morbosa del cane nei confronti di cose, giochi, e anche nei confronti del bambino. Se è vero che da sicurezza l’idea di un cane con cui nostro figlio possa andari in giro sicuro, la realtà è che potremmo ritrovarci un cane che non fa avvicinare nessuno a lui, ad ogni costo;
  • introdurre ed incentivare giochi di relazione fra cucciolo e bambino, scoraggiare i giochi che eccitano ed agitano troppo il cucciolo.
  • incoraggiare le interazioni rilassanti, insegnare al bambino come accarezzare il cane, come spazzolarlo, come fargli eseguire i comandi più semplici.

E voi unimamme quanti cuccioli bipedi e quadrupedi avete in casa? Come è la convivenza?

Firma: Stefania Marchitelli

Notizie Correlate

Commenta