Donazione degli organi: un bambino decide di fare “una grande cosa”

“Ci sono persone che fanno grandi cose nel mondo e anch’io voglio essere come loro”: un bimbo cinese con un tumore al cervello ha deciso di donare i suoi organi guadagnandosi la stima dei medici che si sono inchinati davanti alla sua salma.

medici si inchinano

Donare gli organi di una persona cara, magari morta improvvisamente, può essere l’unico modo per cercare di dare un senso all’enorme perdita subita.

Qualche tempo fa vi avevamo parlato della famiglia Fieldsen che ha donato gli organi della figlioletta di 3 anni morta per un aneurisma.

Bambino cinese affetto da un tumore decide di donare gli organi

Ora, dalla Cina, arriva un’altra vicenda simile in cui il protagonista, questa volta, è un ragazzino di 11 anni, il cui desiderio di diventare donatore è stato esaudito quando il tumore che lo affliggeva dall’età di 9 nove anni lo ha strappato ai suoi cari.

Al piccolo Liang Yaoyi infatti è stato diagnosticato un tumore al cervello quando si è trasferito a Shenzen, dal fratello e la sorella, per frequentare la scuola primaria.

Un giorno il bimbo ha accusato mal di testa e difficoltà a camminare. Una successiva visita in ospedale ha dato alla famiglia il tragico responso.

Questo coraggioso piccolino avrebbe detto al China Daily “al mondo ci sono persone che fanno grandi cose e anch’io voglio essere uno di loro”.

A quanto pare il bambino avrebbe letto storie riguardanti la donazione degli organi su alcuni libri di testo e da lì gli sarebbe giunta questa nobile idea.

L‘immagine del corpo del bimbo a cui i medici rendono onore inchinandosi mentre sullo sfondo la madre piange disperata ha fatto ben presto il giro dei media.

Noi speriamo che il suo gesto serva a sensibilizzare maggiormente le persone circa l’importanza di donare gli organi.

E voi cosa ne pensate care unimamme? Questo piccolo è stato davvero un piccolo eroe, non pensate anche voi?

Dite la vostra se vi va.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta