Gli abusi sulle mamme in gravidanza causano traumi sui bimbi non ancora nati

Una ricerca ha stabilito che i bambini non ancora nati riportano danni emotivi se esposti a situazioni di violenza domestica quanto erano ancora nel grembo materno.

Pregnant woman

Unimamme, una nuova ricerca ha puntato la sua attenzione sugli effetti della violenza domestica nei confronti dei bimbi ancora nel grembo materno.

Si tratta di uno studio molto innovativo, perché è il primo a collegare l’abuso di donne in gravidanza a sintomi traumatici a livello emotivo nei piccoli che hanno meno di 1 anno.

Gli abusi domestici in gravidanza influenzano i bambini?

La ricerca è stata condotta da alcuni scienziati proveniente dalla Michigan State University.

Ecco come si è svolto lo studio:

  • sono state considerate 182 mamme
  • l’età delle mamme era tra i 18 e i 34 anni

Per le loro analisi gli scienziati hanno osservato:

  • gli stili genitoriali delle donne
  • fattori di rischio come droga e altri eventi negativi

Il dottor Levendosky sostiene che l’abuso in fase prenatale può causare cambiamenti nelle reazioni allo stress della mamma aumentando i livelli di cortisolo, che a sua volta ne aumenta le quantità percepite dal feto.

Il cortisolo è un neurotossico, quindi ha effetti negativi sul cervello quando i livelli sono eccessivi ha riferito Levendosky. Ed è proprio questo che potrebbe spiegare i successivi problemi emotivi dei piccoli come:

  • incubi
  • irritazione verso rumori forti
  • tendenza a evitare il contatto fisico
  • problemi a sperimentare situazioni di divertimento

Levendosky, psicologo clinico con un’esperienza ventennale, è stato spesso consulente nei casi di violenza domestica.

Molte donne che vivono una situazione di violenza domestica pensano che gli abusi a cui assistono i bimbi molto piccoli non lasceranno traccia su di loro, ma il dottor Levendosky non la pensa così.

“Per le madri e gli operatori sanitari, sapere che l’esperienza prenatale di violenza domestica può danneggiare i bimbi può diventare un incentivo per le donne a uscire da queste situazioni dichiara il dottor Levendosky.

Unimamme, purtroppo quello della violenza contro le donne è un tema che ricorre spesso nelle cronache nostrane. Si stima che solo in Europa siano 62 milioni le donne che hanno subito violenze. 

Voi cosa ne pensate di questa ricerca? Potrà davvero aiutare tante mamme a decidere di denunciare i propri compagni violenti?

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta