I bambini e i loro “oggetti di conforto”: uno straordinario progetto fotografico (FOTO)

La fotografa Anna Ream ha realizzato un progetto fotografico dedicato alla relazione emotiva tra bambini e gli oggetti per loro speciali.

bambine con pupazzo


 

Unimamme i vostri figli hanno mai avuto un oggetto come la coperta di Linus? Qualcosa che portavano sempre con loro?

Prendendo ispirazione proprio dagli “oggetti di conforto” dei bambini, una fotografa: Anna Ream, ha creato un progetto composto da 70 immagini riuscendo a catturare il perfetto legame tra i bambini e le loro copertine.

bambino con coperta di superman


 

“Mi piace molto vedere come le persone reagiscono davanti alle mie immagini” ha dichiarato la Ream a Today.com.

Secondo questa artista possono essere considerati oggetti di conforto tutti gli animali di peluche che assumono un’importanza emotiva per i bambini.

bimba con coperta


 

La Ream ha un’esperienza diretta in questo campo in quanto madre di 3 bambini che non si separano mai da peluche e copertine ogni volta che devono andare a letto o fare un viaggio.

bambino con i suoi peluches


 

Sono sempre stata interessata al mondo dell’infanzia, prima di dedicarmi a questo progetto avevo pensato a degli oggetti che potessero rappresentare l’infanzia” ha ammesso la fotografa.

bambino con peluche


 

L’idea per questo servizio fotografico però le è venuta dovendo pensare alla sua tesi di fine corso.

“In qualche modo questa idea si è trasformata in qualcosa collegato agli oggetti dei bambini. Sono più interessata a mostrare la relazione tra i piccoli e i loro oggetti che il significato di questi ultimi nelle loro vite. Volevo che le immagini mostrassero cosa sia l’infanzia” aggiunge la Ream.

bambina sotto una coperta


 

I figli di Anna Ream sono stati tra i primi soggetti. Eowyn, la figlia di 6 anni però, aveva mostrato una certa riluttanza, perché sosteneva di essere troppo cresciuta. Un giorno però Eowyn è tornata a casa da scuola turbata per qualcosa e ha chiesto subito di Ginger, il suo cane di pezza. Così la mamma ne ha approfittato per scattare una foto.

bambino con la sua copertina


 

Anna Ream ha dovuto fare i conti anche con la difficoltà di dirigere dei bambini “raramente va come avevi progettato, ma cercare di catturare i bambini per come sono rende il processo molto più ricco e gratificante dal punto di vista delle immagini e dell’interazione con loro”.

bimba sul divano con la coperta


 

In ultimo, la fotografa ha notato come, all’improvviso, i bambini possano abbandonare i loro oggetti. “Un genitore avverte un senso di tristezza e perdita a vedere i figli attraversare questi stadi” conclude la Ream, ben consapevole di assistere alla crescita e maturazione dei piccoli.

bambina sul letto col suo peluche


 

Le immagini di Anna Ream, come quelle di Izabela Urbaniak riescono a cogliere un momento magico dell’infanzia e a proporcelo in un modo molto accattivante.

bambina con il suo orsacchiotto

 


E voi Unimamme cosa ne pensate di questa bellissima idea? Anche i vostri figli avevano degli oggetti simili da piccoli?
Raccontateci la vostra esperienza se vi va.

 

(Fonte: Today.com)

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta