Il morbillo uccide più bimbi dell’HIV: 82mila i morti nel mondo negli ultimi anni

Il morbillo risulta essere la settima causa di morte tra i bambini di 5 anni. Tutta colpa della scarsa informazione sull’importanza del vaccino e della paura di un nesso con l’autismo

morbillo vaccinazione

Per quanto sia una delle malattie esantematiche più frequenti nei bambini è sicuramente una malattia da non sottovalutare poiché può incorrere in complicanze molto gravi che conducono, spesso, alla morte. Da uno studio pubblicato sulla rivista Lancet si evince, poi, che il morbillo è, addirittura, la settima causa di morte tra i bambini.

Morbillo, ecco perché è importante il vaccino

Da quanto scritto sulla rivista Lancet si scopre che il morbillo, una delle malattie esantematiche più frequenti, per i bambini di 5 anni sia più letale dell’Hiv e degli incidenti stradali. Negli ultimi anni, a causa della riduzione delle vaccinazioni, si sono registrate, infatti, oltre 82mila morti per morbillo. Strano a crederci ma tra le cause di morte tra i bambini il morbillo risulta essere la settima, preceduta solo da

  • infezioni respiratorie,
  • malaria,
  • diarrea,
  • carenze nutrizionali,
  • difetti congeniti e
  • meningite.

Purtroppo a causa della cattiva informazione circa il morbillo che vede esistere un nesso tra il vaccino contro il morbillo e l’insorgere dell’autismo tanti genitori hanno deciso di non somministrare il vaccino ai propri figli mettendo a rischio la loro stessa vita. Tanti, come sostengono i pediatri, coloro che chiedono di rimandare o annullare il giorno del vaccino. Anche in Italia, come dichiarato dal Presidente delle commissione Oms per l’eliminazione di morbillo e rosolia congenita, Susanna Esposito, non sono stati ancora raggiunti gli obietti prefissati.

Secondo l’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità, dal 2014 ad oggi si registrano oltre 22 mila casi di morbillo in Europa e tra i Paesi più colpiti figura anche l’Italia dove si sono registrati, nell’ultimo periodo, ben 1674 casi, troppi considerato l’obiettivo di eradicare il morbillo dal nostro Paese.

Il vicepresidente della Società Italiana di Pediatria, Alberto Villani, riguardo questo controtendenza nei riguardi della vaccinazione contro il morbillo dichiara: «I numeri parlano chiaro, il morbillo può avere conseguenze gravissime. È vero che la maggior parte dei bambini quando lo prende non sviluppa effetti gravi, ma non si può svantaggiare chi è più debole, e ha magari qualche problema che lo rende vulnerabile. È importante che tutti si proteggano, e che anche i pediatri contribuiscano a sensibilizzare le famiglie».

Nella scelta della decisione da prendere riguardo al vaccinare o meno i nostri figli teniamo sempre a mente quanto sostenuto dalla giornalista Simona Ravizza, giornalista e mamma, che mette in evidenza i pro e i contro del vaccino. Può sempre tornarci utile.

E voi unimamme come vi ponete nei confronti del vaccino? Perché non condividete con noi il vostro pensiero e le vostre preoccupazioni?

(Fonte: corriere.it)

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta