12 mila regali per i bambini in difficoltà grazie all’AGGIUSTAGIOCATTOLI!

La gente è abituata a gettare un giocattolo se non funziona più… ma se riparato potrebbe donare gioia a tanti altri bambini

sb10067750y-001

Potremo definirli gli aggiusta giocattoli o i nuovi “aiutanti di Babbo Natale” per questo 2014. Sono un gruppo di volontari e tre pensionati che riparano i giocattoli e li regalano a famiglie e bambini in difficoltà.

Vi abbiamo già parlato di riuso, e di come questo possa essere considerato se visto in una ottica utile alla società, una vera e propria opportunità anche a vantaggio dei più piccoli. Vi ricordate i pc dismessi e riparati da un gruppo di ragazzi e donati ad una scuola materna che non aveva un aula per far studiare i bambini?

A volte basta poco: attenzione, amore e sinergia per rendere felici gli altri.

E’ quello che faranno questo Natale questi 3 pensionati insieme all’Associazione Salvamamme, si prodiga per aiutare le famiglie più bisognose anche attraverso i suoi innumerevoli progetti, dalla BoutiqueBebè alla Valigia di Salvataggio per le donne vittime di stalking e violenza.

Un  gruppo di volontari recuperano i giocattoli e poi li passano in un laboratorio per le riparazioni, tra loro:

  • Maria Luisa Pellicciari, 85 anni e recupera bambole e peluches, lavorando gratis da casa;
  • Guido Pacelli, pensionato di Alitalia;
  • Roberto Giua, ex Finmeccanica.

“La gente è abituata a gettare un giocattolo se non funziona più. Noi invece riusciamo a recuperarlo ed a donarlo a migliaia di associazioni” ha dichiarato Guido Pacelli. E per le vacanze di Natale l’obiettivo è molto ambizioso: distribuire 12mila giocattoli, recuperarli e riutilizzarli per rendere felici altri bambini. I doni andranno a enti, associazioni  di beneficenza che li hanno richiesti e tra questi ci sono alcuni asili, parrocchie, centri della Caritas.

Care Unimamme, queste azioni, oltre ad avere un grande valore di solidarietà e altruismo, hanno oggi anche un grande valore educativo nei confronti di bambini e adulti, e li guidano a guardare con responsabilità a ciò che spesso viene definito impropriamente “rifiuto” solo perché non più utile a chi lo ha acquistato, e che se  ri-pensato e ri-collocato in nuove destinazioni continua ad essere utile ed a trovare, come in questo caso, altri nobili scopi.

E voi avete giocattoli da donare? Provate a contattare Salvamamme o un’altra associazione che si occupa di distribuirle ai meno fortunati, e anche il vostro Natale sarà ancor piu’ bello!

(fonte: NonSprecare/Salvamamme )

Firma: Manuela Leone

Notizie Correlate

Commenta