L’allattamento al seno migliora le capacità di sviluppo: uno studio lo dimostra

Un nuovo studio greco dimostra quanto sia importante allattare i bambini al seno oltre i sei mesi.

bambino nutrito al seno Care unimamme, più volte abbiamo parlato dell’importanza dell’allattamento al seno per il quale esistono dei vantaggi sia per la mamma che per il bambino.

L’allattamento al seno è un’esperienza fondamentale per tutte le mamme non solo per il legame che s’instaura con il bambino ma, soprattutto, per la crescita del neonato.

Un nuovo studio, infatti, dimostra che i bambini che vengono allattati al seno almeno per sei mesi sviluppano più facilmente:

  • capacità cognitive
  • capacità linguistiche
  • capacità motorie

Lo studio è stato condotto in Grecia e non prova che l’allattamento al seno è responsabile del miglior sviluppo del bambino. Tuttavia sembra che tra l’allattamento al seno e le capacità intellettuali e motorie del bambino ci sia una forte associazione.

Lo studio condotta dalla dottoressa Leda Chatzi presso l’Università di Creta  ha preso in esame 540 neonati.

I ricercatori hanno chiesto alle mamme per quanto tempo hanno allattato i loro bambini e hanno aggiornato le informazioni quando i bambini hanno raggiunto i 18 mesi.

Gli studiosi, al compimento dei 18 mesi, hanno analizzato:

  • le capacità cognitive
  • le capacità linguistiche
  • le capacità motorie

Di tutti i bambini che sono stati presi in considerazione nello studio, circa l’89% è stato allattato al seno di cui:

  • il 13% è stato allattato al seno solo per un mese
  • il 52% fino a sei mesi
  • il 35% per più di sei mesi

I bambini che sono stati allattati al seno per più di sei mesi hanno totalizzato un punteggio più alto in tutti e tre i settori presi in esame.

Un risultato sorprendente soprattutto perché, in Grecia, il numero delle donne che preferisce l’allattamento al seno è ancora molto basso.

Il dottor Dimitri Christakis professore di pediatria presso l’ Università di Washington e direttore del Centro per la Salute, Comportamento e Sviluppo del bambino dell’Istituto pediatrico di Seattle ha confermato il risultato della ricerca: pur non avendo partecipato allo studio, ha dichiarato che è un dato di fatto che l’allattamento al seno sia un toccasana sia per la salute della mamma che per il bambino.

Da anni, infatti, diversi studi hanno sottolineato l’importanza dell’allattamento al seno, è quindi importante cercare di promuovere l’allattamento al seno in tutti i casi, salvo, naturalmente, quando ciò sia davvero impossibile.

Il dottore Christakis ha sottolineato che negli Stati Uniti, circa il 60% delle mamme allatta il proprio bambino al seno ma che già a partire dal quarto mese inizia il periodo di svezzamento.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, invece, raccomanda di allattare al seno il bambino, in modo esclusivo, fino al sesto mese e di proseguire fino ai due anni alternando all’allattamento un’alimentazione adatta all’età del piccolo.

Ancora una volta, dunque, è stata confermata l’importanza di allattare al seno.

Se, dunque, non ci sono particolari problemi di salute, allattate i vostri bambini il più possibile.

E voi, care unimamme, fino a che mese avete allattato il vostro bambino?

Firma: Stella Dibenedetto

Notizie Correlate

Commenta