Lavoro e parità di genere: solo tra 80 anni la donna avrà gli stessi diritti dell’uomo

Solo tra circa un secolo la donna e l’uomo saranno trattati allo stesso modo, questo quanto sostenuto dal World Economic Forum, un’organizzazione che si occupa di studiare il divario tra i due sessi.

braccio di ferro uomo e donnaAbbiamo già scritto di quanto lunga e impervia è la strada da percorrere per le donne, affinchè esse possano godere degli stessi diritti e privilegi degli uomini, soprattutto in ambito lavorativo , la conferma di quanto noi scritto proviene dal World Economic Forum, il Forum economico mondiale, un’organizzazione internazionale, con sede in Svizzera, che, con cadenza periodica, riunisce personalità politiche ed economiche per parlare e affrontare le politiche del futuro.

Parità tra uomo e donna nel lavoro: 2095 l’anno in cui sarà raggiunta

Secondo il World Economic Forum affinché tra uomo e donna si possa parlare di parità nel vero senso della parola dovranno passare ben 81 anni, questo è quanto da loro evinto successivamente a un’indagine mondiale condotta su 142 Paesi che ha avuto una durata di 9 anni.

Gli specialisti del World Economic Forum hanno iniziato a monitorare e a misurare il gap, il divario, tra uomo e donna in termini di opportunità e partecipazione nel 2006 e da allora ad oggi, ossia in 9 anni, tale divario si è ridotto solo di un misero 4%, per cui, visto e considerato che la matematica non è un’opinione, prima che questa disparità si annulli dovranno trascorrere ben 81 anni, ferme restando le condizioni attuali.

Diversa è la situazione per le altre aree indagate:

  • circa la salute e la sopravvivenza la differenza tra uomini e donne è davvero minima, addirittura viene completamente azzerata in ben 35 Paesi su 142
  • idem per l’istruzione, dove ben il 94% delle donne ha le stesse capacità e le stesse opportunità
  • in ambito di partecipazione politica le donne invece sono ancora molto indietro, nonostante i numerosi miglioramenti negli ultimi anni. Solo il 21% del gentil sesso riesce a farsi strada in un mondo prettamente maschile.

Per essere un po’ più chiari, sempre secondo i dati del World Economic Forum, nella classifica dei Paesi con minor divario di opportunità tra uomo e donna, l’Italia si classifica alla posizione numero 69.

Queste le prime dieci classificate, anche se nessuna Nazione abbia colmato il divario al 100%:

  1. Islanda
  2. Finlandia
  3. Norvegia
  4. Svezia
  5. Danimarca
  6. Nicaragua
  7. Ruanda
  8. Irlanda
  9. Filippine
  10. Belgio

 

E voi unimamme cosa ne pensate delle pari opportunità tra uomo e donna? Forza, non scoraggiamoci, magari da qui a 80 anni qualcosa cambierà, e finalmente ci verranno riconosciuti i nostri meriti… Auguriamocelo per i nostri figli e figlie!

(Fonte: WordEconomicForum)

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta