Mettere i neonati sulla schiena per troppo tempo può essere pericoloso

La scienza ha scoperto che tenere i bambini per troppo sulla schiena può essere pericoloso perché causa problemi al cranio.

Di solito consigliano di tenere i neonati sulla schiena almeno i primi mesi per evitare la SIDS, la morte in culla. Pare infatti che la pancia sotto non sia una posizione appropriata perché nel caso di rigurgito il bambino non riuscirebbe a reagire e potrebbe morire soffocato.

Le cause della Sindrome da morte in culla non sono ancora chiare, anche se una ricerca ne avrebbe determinato l’origine.

L’OMS – l’Organizzazione Mondiale della Sanità – ha raccomandato che i bimbi dormano a pancia in sù e questo ha ridotto considerevolmente il numero di morti. C’è però dell’altro a cui prestare attenzione.

Mettere i neonati sulla schiena comporta dei rischi 

La  plagiocefalia – conosciuta anche come testa piatta – è infatti un’anomalia del cranio per cui una parte della testa risulta schiacciata (questo anche per la posizione in pancia). Le ossa della testa sono ancora morbide e l’asimmetria si può curare facendo stare più tempo possibile il bimbo su un tappeto a terra e aiutandolo con un cuscino per tenere sollevato il collo. In questo modo le ossa si ridefiniscono: è capitato ad entrambe le mie figlie e questo è il suggerimento del pediatra.

Non si tratta solo di una componente estetica: significa infatti che il bambino inizia a sviluppare un lato del cervello più dell’altro.

Se non trattata poi c’è una condizione chiamata Craniosinostosi che è dove i piccoli giunti tra le lastre del cranio si sono fuse. Questa condizione è rara, ma richiede un trattamento medico” dice al Mirror l’osteopata Avni Trivedi.

Le conseguenze però non si limitano a questo: “La plagiocefalia può causare problemi oftalmologici, i bambini possono sviluppare problemi alla mandibola e hanno un rischio maggiore di sviluppare l’orecchio attaccato al crani. Nei casi più gravi, la ricerca ha indicato che può avere ripercussioni cognitive” prosegue il medico.

Per evitare interventi neurologici che possono essere traumatici e molto costosi, si può prevenire questa condizione. Oltre a tenere il bambino sul tappeto, come dicevamo prima, si può:

  • tenere il bambino più spesso in braccio 
  • riposizionare la testa del bambino mentre dorme
  • trovare delle posizioni alternative nella culla 

Bisogna ricordarsi che non è il fatto di stare sulla schiena il problema, ma il tempo trascorso in questa posizione. Ed è importante che durante le ore di veglia il bambino trovi delle altre posizioni in cui appunto non sia appoggiato con la testa.

E voi unimamme cosa ne pensate? Come dormono i vostri bambini?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta