La stima del peso alla nascita diventa piu’ precisa

Una ricerca americana ha compiuto una scoperta importante: si potrà stabilire con maggiore certezza il peso di un bambino prima che nasca.

Un bambino si trova sulla bilancia

Quando Paola è nata pesava 3.680 g. Non esattamente una piuma. Il ginecologo mi aveva detto: “Beh, si il peso stimato è di 3.500 g, ma è solo una stima, eh!”. Voleva forse dire che dal mio corpo sarebbe uscito un vitello. Sì, ma ho avuto un cesareo, quindi è uscito ma non me ne sono accorta.

Ogni mamma ha il terrore di sapere se avrà o meno un figlio grosso, però fino ad oggi dalle ecografie si poteva fare solo una stima, con un margine di errore a volte ampio.

Una nuova ricerca della Michigan State University potrebbe invece aiutare i medici a stimare più esattamente il peso dei neonati, permettendo così alle mamme di avere molte domande risolte.

I ricercatori hanno infatti controllato oltre 7 milioni di dati riguardanti bambini nati vivi e comparando

  • l’ultimo ciclo mestruale della madre rispetto all’età gestazionale del feto
  • e l’effettivo peso alla nascita,

è stato possibile modificare le soglie utilizzate per determinare il peso del bambino.

Cosa significa questo per la mamma? 

  • il ginecologo può comprendere meglio la crescita del bambino e attuare migliori decisioni per la sua salute. Ad esempio capire se è meglio il parto naturale o il cesareo. Ci sono molte mamme che chiedono un cesareo dopo aver saputo che stanno aspettando un bambino grande; oppure sapendo comunque di avere un bimbo “pesante” possono scegliere consapevolmente la via naturale.
  • i medici sono più preparati sulle condizioni del bambino che lo riguarderanno più avanti. Bambini nati sottopeso possono incorrere in rischi per la salute (pressione alta, diabete e patologie cardiache), mentre i bambini più grossi possono avere complicazioni durante il travaglio (lacerazioni, perdita di sangue, distorsione della spalla).

Insomma, sia per la mamma sia per i medici è un’utile scoperta che toglierà molti dubbi. Che bello!

E voi unimamma? Il peso che vi avevano detto prima della nascita è stato rispettato?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta