Può l’odore della mamma “stressare” il bambino? Si, e non è l’unico fattore di contagio!

Secondo una recente ricerca dimostra che lo stress della mamma si trasmette al figlio senza che quest’ultimo sia direttamente esposto alla situazione che ha creato il malessere.

Care Unimamme, da tempo ripetiamo quanto sia forte il legame che si instaura tra mamma e figlio, oggi, un ulteriore studio pubblicato su Psychological Science e condotto dai ricercatori dell’Università della California e della New York University testimonia quanto questo valga anche per le situazioni stressanti.

Covarianza allo stress tra madre e figlio: una ricerca

Indipendentemente da quanto pensiamo le emozioni non sono concetti che vivono solo nella nostra testa, ma emanano da noi e possono influenzare chi ci sta intorno.

I ricercatori delle Università sopra citate hanno creato un esperimento per indurre differenti stati psicologici nella mamma e catturarne l’effetto sul figlio, nel frattempo è stata misurata anche l’estensione degli effetti fisiologici sui bambini in base alla covarianza (variabilità congiunta) delle risposte.

Ecco come si è svolto lo studio:

  1. sono state considerate 69 donne
  2. i loro bambini tra i 12 e 14 mesi di età
  3. tutti appartenevano all’area di San Francisco
  4. non sono state considerate donne che soffrivano di ipertensione, incinte o che prendevano medicine per il cuore.

La procedura si è svolta nel modo seguente:

  1. le mamme e i bambini sono stati inizialmente separati, alle mamme sono stati applicati sensori per misurare le risposte cardiovascolari mentre si rilassavano per 5 minuti da sole
  2. i sensori sono stati attaccati anche ai bambini mente si rilassavano con le madri, poi le coppie sono state nuovamente separate
  3. la mamme sono state divise e assegnate a tre diversi gruppi:
    1. con valutazione di uno stress positivo 
    2. con valutazione di uno stress negativo
    3. senza alcun tipo di stress (gruppo di controllo)
  4. alle mamme è stata dato un compito, tra cui preparare un discorso di 5 minuti (stress negativo)
  5. i bambini si sono riuniti con le mamme per 2 minuti per un momento di relax
  6. le mamme hanno dovuto rispondere a delle domande sullo sviluppo dei figli (stress positivo)
  7. i ricercatori e le mamme hanno giocato coi bambini per circa 3 minuti

Risultati dello studio

Confrontando i dati delle mamme e dei piccoli è emerso che:

  1. i bambini mostravano una reazione fisiologica che rispecchiava la reazione della madri allo stress cui erano state sottoposte
  2. le mamme che aveva sperimentato uno stress negativo mostravano alti livelli di covarianza con i loro bimbi
  3. i bambini le cui madri aveva affrontato la preparazione del discorso (stress negativo) tendevano di più ad evitare gli estranei rispetto alle madri che non erano state sottoposte alla prova

Conclusioni

Tramite questo studio è stato dimostrato che lo stress passa dalla madre a figli come se scorresse sottopelle e senza che i piccoli siano esposti direttamente alla situazione che induce il malessere del genitore. Esso si può trasmettere mediante:

  1. espressione facciale
  2. odore
  3. postura
  4. tocco
  5. intonazione voce

Naturalmente tutto ciò influenza negativamente il benessere e la crescita dei bambini, quindi mamme ecco una ragione in piu’ per combattere lo stress, ad esempio facendo attività fisica, come ad esempio lo yoga.

Ricordatevi unimamme che il benessere dei vostri figli passa anche attraverso di voi!

 

 

(Fonte: Psychological Science)

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta