Reggiseni imbottiti per bambine di 8 anni: le mamme protestano – FOTO

Fareste indossare alle vostre bambine sotto gli 8 anni un reggiseno imbottito realizzato per loro? Un’azienda lo ha prodotto.

L’infanzia delle bambine, sempre più minacciata dalle pressioni dei medie e della società che tende a sessualizzarle precocemente è nuovamente minacciata da una trovata di cui si poteva fare volentieri a meno: i reggiseni imbottiti per piccine sotto gli 8 anni.

A vendere questo capreggiseno imbottitoo di vestiario è un’azienda che si chiama Matalan, ma a notare lo sconcertante reggiseno per piccolissime è stata una mamma, Judith Staff, che ha prontamente scritto ai responsabili della catena un messaggio su Twitter chiedendo spiegazioni.

Reggiseno imbottito per bambine: le mamme dicono no

“Ciao Matalan Help, per favore potete spiegare perché una bambina piccola dovrebbe avere bisogno di un reggiseno imbottito nero? Come se non andasse bene alle maggiori di 8 anni”.

Inizialmente l’azienda si è difesa rispondendo che non volevano che i loro reggiseni venissero venduto per un’età specifica ma per taglie.

La segnalazione è arrivata anche a Sarah Champion, Ministro Ombra per la Prevenzione degli abusi e della Violenza domestica che ha lanciato una campagna contro questi reggiseni imbottiti. Il reggiseno è imbottito, ha una parte frontale a tuffo che trasmette l’idea della scollatura. Matalan lo pubblicizza come un reggiseno per adolescenti, ma le taglie disponibili sono davvero piccole. Il reggiseno della foto dovrebbe essere una taglia 28A ma non misura più di 58 cm. Questo significa che la bambina che lo indossa deve avere meno di 8 anni”.

Molte mamme hanno sostenuto questa causa sui social network, inoltre qualcuna ha fatto notare che c’è una bella differenza tra i reggiseni per le giovani che praticano sport e che possono aiutarle a prevenire gli attriti e questi reggiseni imbottiti specifici per le più piccole.

L’indignazione popolare della mamme ha portato però un risultato: il reggiseno incriminato presente nel negozio è stato spostato nella sezione per ragazze più grandi e sono state rimesse le parole: “imbottito” e “decoro”.

Per una volta la protesta è servita a qualcosa!

Unimamme, se tempo fa eravate rimaste a bocca aperta sentendo delle scarpe col tacco per bebè, sicuramente questa iniziativa vi farà accapponare la pelle.

Cosa ne pensate di questa triste trovata diretta alle bambine?

Non si potrebbe prevenire la diffusione di questi prodotti?

 

 

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta