“Scherzo” macabro su Facebook: un uomo punta una pistola alla testa del nipote (VIDEO)

Un uomo ha postato su Facebook una foto di dubbio gusto in cui punta una pistola a un bambino.

piedini bimbo

 


Unimamme, quando si parla di bambini la prudenza non è mai troppa ed è per questo che una foto alquanto provocatoria pubblicata su Facebook ha destato l’ira e lo sdegno di tanti genitori.

Si tratta di un’immagine postata da un uomo, Luis Martin Perez Rocha, che lo vede intento a puntare una pistola a un bimbo, il suo nipotino.

Le reazioni non sono tardate ad arrivare, tra chi chiedeva se il piccolo stesse bene e chi lanciava invettive e minacce all’indirizzo dello zio. La cosa si è protratta così a lungo e con toni così accesi che l’uomo è stato “costretto” a pubblicare via Youtube un video in cui spiegava che si era trattato di uno scherzo, che la pistola era finta.

Al di là delle scuse ci si domanda come un uomo uomo adulto possa trovare uno “scherzo” simile divertente. Inoltre, trattandosi di una pistola non si può fare a meno di pensare al triste conteggio dei morti che ogni anno vanno ad ingrossare le fila dei deceduti per armi da fuoco in America.

Inoltre, forse ancora più preoccupante è il fatto che Luis Martin Perez Rocha abbia lasciato le immagini sulla propria bacheca Facebook, nonostante le numerose minacce ricevute, forse segno che il suo è solo una sorta di esibizionismo malato.

Questa storia ricorda vagamente il caso di un’altra immagine messa online e che ha destato parecchio scalpore: ovvero quella del bimbo con il ciuccio incollato con del nastro adesivo.

Anche allora la comunità del web si rivoltò contro quel gesto e ci fu anche un’indagine della polizia. Qui invece Luis Martin Perez Rocha, zio del piccolo, sembra non essersi nemmeno accorto del suo gesto sconsiderato.

Unimamme, siamo arrivati davvero al punto che per avere un po’ di notorietà si usano i bambini per foto di dubbio gusto.

E voi cosa ne pensate?
Dite la vostra se vi va.

bimbo con pistola puntata alla testa


 

 

(Fonte: Facebook)

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta