Scoperti i segnali “nascosti” che inducono il travaglio, parola di scienziati

La scienza ha scoperto alcuni segnali che portano all’avvio del travaglio.

travaglioNel corso delle ultime settimane di gravidanza le mamme tengono pronta vicino al letto la borsa per l’ospedale, poiché pronte a correre in sala parto al primo segno sospetto di inizio travaglio.

Il corpo segnala alle donne che il processo è avviato, ma ora una nuova ricerca ci aiuta a capire i segnali che indicano che questo sta per cominciare.

Gli scienziati dell’University of Texas Medical Branch un segnale cellulare nel fluido amniotico intorno al feto che si sviluppa quando la donna sta per iniziare il travaglio.

“L’inizio del travaglio è complesso, diversi sistemi nel corpo mantengono bilanciata la gravidanza, quando questo equilibrio viene alterato, scatta il travaglio” garantisce Ramkumar Menon, a capo dello studio.

La ricerca si è concentrata, in modo particolare, sui telomeri, si tratta di parti del DNA che proteggono i nostri dati mentre le cellule si stanno dividendo. Questi si accorciano ogni volta che una cellula si divide e ciò impedisce il fatto che le nuove cellule siano identiche alle genitrici.

Si tratta di un processo legato all’invecchiamento, diventano sempre più corti col progredire dell’età e “vecchi”.

I ricercatori hanno provato a stabilire se la presenza di frammenti di telomeri senescenti nel fluido amniotico fosse legata al travaglio, dal momento che questi diventano più corti mano a mano che la gravidanza progredisce.

Travaglio: i segnali scoperti dalla scienza

Come si è svolto lo studio:

  • sono stati considerati campioni di fluido amniotico di 50 donne in travaglio
  • e 51 campioni di fluido amniotico di donne al finire della gravidanza ma non ancora  in travaglio
  • sono state raccolte informazioni demografiche e mediche, oltre a dati pervenuti attraverso la dissezione della placenta dopo i parti a termineavvio travaglio

“Avevamo il sospetto che le cellule senescenti causassero stress ossidativo danneggiando il sacco amniotico e creando un’infiammazione nella placenta. Da precedenti studi sappiamo che l’infiammazione della placenta innesca il travaglio” ha dichiarato Menon. (vedere figura a fianco).

telomeriPer portare avanti l’esperimento sono stati utilizzati imitatori di telomeri somiglianti a quelli che si trovano nel fluido amniotico. Dopo le analisi sono stati trovati più frammenti di telomeri in una donna in travaglio rispetto a quelli riscontrati in una donna alla fine della gravidanza.

Mentre il feto matura la placenta e altri tessuti invecchiano in corrispondenza della frammentazione dei telomeri e alla loro eventuale perdita. Questi frammenti causano infiammazioni sterili segnalando potenzialmente la maturità del feto avviando così il travaglio.

A conclusione della ricerca riportata su Plos One Meno dichiara che una migliore comprensione del cammino attivato dai frammenti di telomeri può aiutare a stimare l’inizio del travaglio, andando incontro alle mamme che rischiano parti pre termine e aiutando in generale nella prevenzione di questi problemi.

Unimamme, noi vi lasciamo con 7 consigli per indurre il travaglio in modo naturale, voi avete avuto complicazioni durante questa fase?

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta