6 fattori di rischio che favoriscono l’aborto spontaneo

Una ricerca ha individuato sei fattori di rischio che possono indurre un aborto spontaneo. Vediamo quali sono.

Donna incinta si accarezza il pancione

Quando una mamma è in dolce attesa, generalmente aspetta di aver superato il terzo mese di gravidanza prima di annunciare di aspettare un bambino. Il peggior incubo per una donna è infatti quello di perdere la propria creatura a causa di un aborto spontaneo.

Aborto spontaneo: si può prevenire?

Si tratta sicuramente di un momento doloroso, un lutto a tutti gli effetti, anche se il proprio piccolo non lo si è mai visto e non lo si è potuto amare.

Se parlate con le donne che hanno avuto un aborto, saprete che si considerano comunque mamme di quei figli mai nati: ciò fa capire che si tratta di una profonda ferita, anche se a volte il corpo segue delle ragioni che il cuore non conosce.

In qualche caso però, è possibile prevenire: secondo la rivista International Journal of Obstetrics and Gynaecology, ci sono sei modi per cercare di evitare un aborto spontaneo. La ricerca è stata condotta su un campione di donne incinte tra il 1996 e il 2002, attraverso interviste telefoniche e consultando i registri degli ospedali. Tutte hanno in comune un aborto prima della 22esima settimana di gestazione.

Secondo quanto riportato dallo studio, sono sei i fattori di rischio a cui si può andare incontro:

  • l’età della mamma: i problemi aumentano se la gestante ha più di 30 anni
  • se la mamma è sottopeso o obesa
  • il fumare
  • l’alcol
  • sollevare pesi, magari anche molto gravosi, ogni giorno
  • lavorare di notte 

Secondo i ricercatori dell’Università di Copenaghen basterebbe, a parte l’età della mamma, cercare di prendersi maggiormente cura di sé stesse, mangiando sano ed evitando uno stile di vita dannoso per il feto, eviterebbe il 25% degli aborti spontanei.

E voi unimamme? Cosa ne pensate?

Vi lasciamo con uno studio secondo cui le nausee diminuiscono la probabilità di aborto spontaneo.

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta