Spray all’ossitocina per combattere l’anoressia

Scopriamo il potere dell’ossitocina, quello che è definito “ormone dell’amore”, sulle persone che soffrono di anoressia.

Tanti sono i giovani che, per non sentirsi denigrati e presi in giro per il loro aspetto fisico, fanno attenzione a ciò che mangiano e, purtroppo, molti di questi spesso intraprendono una strada pericolosa, difficile da abbandonare, che sfocia in veri e propri disturbi alimentari, tra i quali i più importanti sono l’anoressia e la bulimia.

Secondo due studi pubblicati sulle riviste specialistiche Psychoneuroendocrinology e PlosOne, lo spray all’ossitocina, denominata “ormone dell’amore”, sarebbe in grado di combattere proprio l’anoressia.

Di questo ormone la donna ne produce elevate dosi soprattutto in particolari situazioni, e cioè durante

  • il parto
  • l’allattamento
  • il rapporto sessuale
  • i momenti in compagnia

e sortisce l’effetto di lenire l’ansia e le preoccupazioni in persone che soffrono di problemi psichici.

Nel primo studio a 31 pazienti anoressici e a 33 con peso nella media hanno somministrato una dose dell’ormone dell’amore in forma di spray per osservare, a inalazione avvenuta, il comportamento dei soggetti analizzati guardando alcune immagini che ritraevano alimenti con tante o con poche calorie e poi corpi di uomini e donne con corporatura magra o in sovrappeso. I risultati sono stati davvero sorprendenti, infatti, dopo l’assunzione dell’ossitocina, contrariamente a quanto sarebbe avvenuto senza questo ormone, l’attenzione delle persone con anoressia sono state attirate dalle foto contenenti cibi e corpi grassi.

Il secondo studio avvalora il precedente poiché sottoponendo alle stesse persone delle figure con delle espressioni del viso, gli anoressici sono stati attratti dalle facce sorridenti e felici trascurando quelle con espressioni di paura o di nausea.

Non possiamo far altro che restare esterrefatti difronte alla ricerca e notare che ancora una volta l’ossitocina ha compiuto un prodigio.

Scusate la falsa modestia ma bisogna proprio dirlo, è proprio vero noi donne siamo delle “macchine” perfette!!! E voi, unimamme, cosa ne pensate di questa ultima mia affermazione?

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta