Neonata abbandonata in una cabina telefonica ritrova chi l’ha salvata (FOTO)

Uno sconosciuto ha salvato una neonata abbandonata in una cabina telefonica e a distanza di anni i due si ritrovano.

Unimamme, oggi vi raccontiamo l’incredibile storia di una donna il cui destino è legato a un uomo che non le era parente, uno sconosciuto, ma che l’ha salvata.

Neonata abbandonata salvata da uno sconosciuto: dopo 22 anni si ritrovano

Kiran Sheikh, è una giovane donna che vive e lavora a Londra, che è stata abbandonata da neonata dalla madre che aveva un compagno molto violento.

Rimasta incinta di Kiran questa donna ha temuto per tutta la gravidanza e non si è mai sottoposta a nessun controllo. Il 30 aprile di 22 anni fa è andata in travaglio e ha partorito la sesta figlia da sola, in bagno, mentre il compagno dormiva.

Sola e disperata ha deciso di lasciare la figlia neonata, Kiran, in una cabina telefonica.

“Sto lasciando qui la mia bambina, vi prego venite a prenderla” ha detto la donna al telefono parlando con un’associazione di volontari, e poi se ne è andata.

 

Nelle vicinanze c’era un uomo che entrato nella cabina telefonica, ha trovato la piccola Kiran. Quest’uomo, Joe Campbell, ha chiamato subito la polizia e ha portato la bimba in ospedale.

Nei successivi 7 anni Joe ha provato a mettersi in contatto con la bambina, inviando biglietti, doni e soldi ai servizi sociali. Ha anche chiesto di poterla adottare, ma la sua richeiesta non è stata accettata non essendo sposato. Ad un certo punto i servizi sociali gli hanno chiesto di smettere di cercare un contatto in quanto la bambina era stata adottata da un’altra famiglia.

Quando Kiran ha saputo la verità sul suo passato, ricevuti i documenti dai servizi sociali, a 18 anni, ha iniziato a cercare l’uomo che le ha salvato la vita.

Ho capito di essere stata adottata quando avevo 8 anni, perché non somigliavo ai miei genitori. I miei genitori sono stati straordinari, ma sono stata bullizzata a scuola e ho lottato con la mia identità” ha raccontato Kiran.

Nell’agosto del 2016 Kiran ha deciso di utilizzare i media per ritrovare Joe, e grazie a un appello pubblicato su Metro Uk ci è riuscita dopo appena una settimana.

L’incontro definito “surreale” dalla ragazza è avvenuto presso la sede del giornale.

Joe ha dichiarato “questo è il giorno più felice della mia vita. Non ho mai smesso di pensare a lei” e ha aggiunto: “Lei ha una famiglia che la aspetta ora.”

Che ne pensate unimamme, non è una bellissima storia?

Noi vi lasciamo con la bellissima testimonianza di una donna che è stata adottata che spiega a noi tutti cosa significa l’adozione.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta