I neonati non imitano le nostre espressioni, a dirlo è la scienza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:35

Contrariamente al pensiero popolare, i bambini di alcuni mesi non sorridono perché ricambiano il tuo sorriso, lo dice una nuova ricerca. Molti studi hanno indicato che dalla nascita i bambini imitano il comportamento e le espressioni degli adulti attorno. Tuttavia un team di studiosi australiani, sud africani e inglesi hanno realizzato uno studio che confuta quello che dice la credenza popolare.

I neonati non imitano le espressioni dell’adulto 

Il gruppo di lavoro internazionale, guidato da Janine Oostenbroek, una psicologa dell’Università di York, ha esposto più di 100 neonati ad un’ampia gamma di gesti e ha registrato le loro risposte a 1, due, sei e 9 settimane di vita. I gesti hanno incluso dei segnali sociali degli adulti come tirare fuori la lingua, imbronciarsi, sorridere come anche dei gesti non sociali come indicare o aprire una scatola.

I risultati mostrano che non ci sono link tra i comportamenti esibiti dai bambini nei primi mesi e i gesti a cui sono stati esposti. Prima di tutto, i bambini buttano fuori la loro lingua più frequentemente se vedono indicare o una scatola aperta, piuttosto che qualsiasi espressione con la bocca o la lingua.

Se i neonati aumentano protrusione della loro lingua – cioè la tirano fuori – quando il modello adulto è quello di una faccia felice o un dito che indica, non si tratta di un caso di imitazione, ma probabilmente l’eccitazione perché l’adulto sta facendo qualcosa di diverso” dice Virginia Slaughter, biologa dell’ University of Queensland e coatrice dell’articolo.

Perciò quando i bambini imparano ad imitare? I ricercatori sospettano che ai bambini venga insegnato a copiare dagli adulti stessi: insegniamo ad imitare perché spendiamo molto tempo ad imitarli.

I neonati non sono nati con l’abilità di copiare quello che fanno le altre persone, ma l’acquisiscono durante il primo mese di vita” dice Slaughter.  “in un altro studio del nostro laboratorio, abbiamo scoperto che i genitori imitano i loro bambini una volta ogni 2 minuti in media; questo è un messaggio molto potente:  bambini possono imparare a collegare i loro gesti con quelli di un’altra persona”.  

Gli studiosi stanno anche ricercando se imparare l’imitazione durante l’infanzia possa avere delle ripercussioni sul loro comportamento sociale nella vita di bambini. La ricerca sarà infatti estesa ai bambini dopo l’anno d’età per scoprire nuovi sviluppo sulla capacità imitativa.

Lo studio è stato imitato questa settimana su Current Biology.

E voi unimamme lo sapevate? Intanto vi lasciamo con il post che parla di genitori e neonati: la “magia” dei cervelli che entrano in sintonia.