Ligabue: “Ho perso tre figli: un lutto che ti segna per sempre”

Luciano LigabueNel suo ultimo film, Made in Italy, Luciano Ligabue affronta il delicato tema dell’aborto spontaneo. Un tema che, purtroppo, lui conosce molto bene dato che nel suo cuore ci sono tre bambini mai nati.

Un lutto che non trova casa. Nessuno lo considera un vero lutto ed invece è un dolore che ti segna per sempre” ha dichiarato tempo fa il rocker, padre di Lorenzo Lenny, avuto dalla prima moglie Donatella Messori, e di Linda nata dalla sua unione con Barbara Pozzo. Ed è stata proprio Barbara, nel 2012, a perdere L’ultimo dei tre figli mai nati di Ligabue, al sesto mese di gravidanza: “La mia compagna ha perso un bambino. Era incinta al sesto mese e, quando si arriva a quel punto, non si può fare altro che partorirlo e poi seppellirlo. È stato un periodo duro“ aveva raccontato il cantante a Vanity Fair.

LEGGI ANCHE: Giornata mondiale della consapevolezza del lutto perinatale: per non dimenticare

Ligabue aveva raccontato a Fabio Fazio che per superare quel dolore atroce i suoi colleghi di palco e i suoi fan gli furono di grande aiuto: “Dopo la nascita di un figlio che muore subito dopo, il giorno dopo c’è questo concerto che è il suo primo concerto voce e chitarra, la condizione più nuda in cui uno si può esibire. Al di là del fatto che questo è un po’ il racconto di qualcosa che si è sentito, il famoso the show must go on, quello che volevo dire è che è vero. Questa esperienza l’ho vissuta veramente, so cosa vuol dire quell’appuntamento lì, con loro, e so il beneficio che ne ho ricavato. Ero terrorizzato, a pezzi, non ero assolutamente in grado di tenere un concerto e mi sono appoggiato su di loro”.

È crudele che, quando uno deve vivere un momento suo, sia in qualche modo costretto a pensare di allietare altri animi – aveva ammesso Luciano Ligabue – ma è anche vero che riesce a beneficiare di quell’effetto immediatamente”.

E voi Unimamme avete mai affrontato questo genere di lutto? Vi ritrovate nelle parole di Ligabue?