Aveva ritardato le cure per diventare mamma ma ora ha perso la sua battaglia (FOTO)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:32

Gemma Nuttall, una mamma che ha rinunciato alle cure per il cancro per far nascere la figlia, è morta.

Gemma Nuttall aveva scoperto di avere un cancro alle ovaie mentre era incinta della sua piccola Penelope, che ora ha 4 anni.

Messa davanti alla prospettiva di dover rinunciare alla gravidanza per curarsi la donna aveva scelto di proseguire la gravidanza.

Nel marzo del 2014 aveva partorito la sua bambina a 36 settimane, dopo il parto i medici le hanno rimosso il tumore.

Successivamente aveva affrontato la chemioterapia e la radioterapia.

Nel 2016 la sua situazione si era aggravata e la famiglia aveva lanciato una raccolta fondi per aiutarla.

Per lei si era mobilitata anche Kate Winslet con una raccolta fondi per pagarle le cure.

Purtroppo Gemma non ce l’ha fatta ed è morta lo scorso 14 ottobre.

Pochi mesi dopo l’inizio di quest’anno i medici avevano diagnosticato a Gemma un cancro spinale e, successivamente al cervello e ai polmoni.

“È con il cuore completamente spezzato che devo annunciarvi che la mia bellissima guerriera ha perso la sua battaglia. Abbiamo lottato tanto ma non ce la facevamo più. Sono una mamma molto orgogliosa, ma devastata” ha scritto la mamma di Gemma, deceduta a 29 anni “il mio mondo non sarà mai più lo stesso”.

La famiglia di Gemma continuerà a perpetrare la sua memoria attraverso la sua Fondazione, la Gemma Rose Foundation, chiamata così per rendere onore al personaggio di Kate Winslet in Titanic.

La stessa Kate Winslet ha rilasciato una dichiarazione “il mio cuore è totalmente con Helen, Penelope e tutta la famiglia in questo periodo tragicamente triste. Gemma era una luce di forza e ha combattuto questa battaglia incredibilmente difficile, con grazia e dignità.  Il mio cuore è spezzato per sua mamma Helen e sua figlia Penelope. Hanno perso una favolosa madre e figlia”.

Unimamme, cosa ne pensate di questa vicenda di cui si parla su People?