Bambino autistico viaggia da solo in aereo con un biglietto della mamma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:41
0
16
London. Credits: Facebook di Alexa Bjornson

Un bambino autistico ha preso per la prima volta un aereo da solo. La mamma pensava che avrebbe disturbato il suo vicino di posto, ma così non è stato.

Un gesto di gentilezza di un uomo verso un bambino che viaggiava da solo su di un aereo, sta diventato virale.

Il bambino viaggiava per la prima volta da solo su un volo che andava da Las Vegas a Portland, per raggiungere il padre. La mamma era preoccupata perché il figlio è autistico e per questo pensava che avrebbe dato fastidio al suo vicino di posto.

Mamma pensava che il bambino autistico poteva disturbare il suo vicino in aereo: invece è nata una bella amicizia

London è un bambino autistico di 7 anni che qualche giorno fa ha preso, per la prima volta, l’aereo da solo che lo avrebbe portato dal padre. London era molto agitato e spaventato, ma la sua mamma Alexa Bjornson, aveva delle preoccupazioni completamente diverse.

London. Credits: Facebook di Alexa Bjornson

Il suo pensiero è che il figlio potesse disturbare il viaggio del passeggero che si sarebbe accomodato accanto a lui: “Ho pensato, come faccio a fare in modo che chiunque sia seduto accanto a lui non lo guardi come un peso, ma soprattutto come posso aiutare questo bambino a far passare il tempo?“, ha detto al sito d’informazione KATU tramite una videoconferenza.

London. Credits: Facebook di Alexa Bjornson

Ha così deciso di dare al figlio, prima del decollo, un bigliettino chiedendogli di mostrarlo al suo vicino di posto. Nel bigliettino ha scritto che, il bambino, a causa dell’autismo avrebbe potuto chiedere ripetutamente se fossero già arrivati e quanto tempo mancasse ancora all’atterraggio. Oltre al biglietto, c’era anche anche una banconota da 10 dollari come un’eventuale “ricompensa” a chi si sarebbe preso cura del figlio, facendolo sentire a proprio agio. Un modo, come ha spiegato lei stessa per: “Ho pensato che sarebbe stato un modo carino per far sentire il passeggero accanto a Landon maggiormente a proprio agio“.

Per fortuna London ha trovato un compagno di viaggio che gli è stato vicino senza aver bisogno di nessun incentivo. Il signor Ben Pedraza ha capito subito la situazione ed ha fatto in modo che London si sentisse a suo agio. Alla fine del volo erano diventati amici, tanto che Pedraza si è scattato un selfie con il bimbo e l’ha subito inviato alla madre di quest’ultimo, scrivendole: “Landon è stato un ottimo compagno di viaggio, ci siamo divertiti moltissimo a giocare a morra. É un bellissimo bambino e tu sei una madre fortunata. Donerò i dieci dollari a un’associazione che si occupa di autismo”.

London. Credits: Facebook di Alexa Bjornson

La donna ha voluto ringraziare pubblicamente l’uomo pubblicando la foto sul suo social: “Oggi mio figlio ha preso il suo primo volo per l’Oregon per vedere suo padre. Ho mandato Landon con una lettera da dare a chiunque si fosse seduto accanto a me dicendo che ha l’autismo alto funzionale e che quindi sarebbe potuto essere nervoso e che avrebbe potuto chiedere tante volte “siamo arrivati”, e chiedendo di farlo sentire tranquillo e sicuro, con 10 dollari nel biglietto. Questo è quello che ho appena ricevuto,  sono così grata a questa persona e che ci siano ancora persone gentili al mondo che fanno la differenza come provo io stesso a fare. Grazie mille Ben”.

Leggi anche > Mamma di un bambino autistico ringrazia per il gesto speciale di uno sconosciuto (FOTO)


Voi unimamme siete commesse da questa storia? Ne eravate a conoscenza?