Neonata gettata nel Tevere: colpita prima di finire nel fiume – FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:26

neonata nel Tevere

La neonata trovata nel Tevere sabato pomeriggio ha ricevuto un colpo alla testa prima di venire gettata nel fiume.

Unimamme, certamente ricorderete la macabra vicenda del corpo della neonata ritrovata nel Tevere.

Neonata nel Tevere: gli ultimi aggiornamenti

Inizialmente si avevano pochi dettagli su quanto successo, ma ora stanno emergendo nuovi, sconvolgenti dettagli sul caso.

Stando a quanto riportato dal medico legale la piccina sarebbe stata colpita alla nuca e poi gettata nel fiume. Era nata viva e aveva due, al massimo 3 giorni.

L’autopsia stabilirà con esattezza le cause della morte della bimba e come siano state le sue ultime ore di vita prima della tragica morte.

La procedura, in programma proprio per oggi, prevede che il dna della bimba venga prelevato ed analizzato nella speranza di trovare un profilo compatibile con un famigliare.

Nel frattempo gli investigatori stanno cercando la madre della piccola in alcuni ambienti della capitale. Le ipotesi circa l’accaduto sono diverse, secondo una di esse la piccola potrebbe essere stata sottratta alla mamma per essere poi uccisa.

La bimba è caucasica e a trovare il suo corpo è stato un pescatore che ne è rimasto, comprensibilmente, molto turbato.

Sembrava un pupazzetto““ ha dichiarato l’uomo che però si è subito reso conto che si trattava di una bimba vera. Per questo motivo ha ancorato il cadavere per sottrarlo alla corrente e ha chiamato i carabinieri.

L’associazione Salvamamme ha condiviso un appello rivolto alla sindaca Raggi riguardo questa bimba: “Sindaca Raggi, Salvamamme le chiede un atto di amore per questa piccola, perché un bimbo di nessuno è un bimbo di tutti. Diamole un abbraccio, facciamo sì che idealmente sia il cuore di Roma a riscaldarla, a rivestirla, e a restituirle dignità.

L’Associazione da oltre 20 anni si occupa di infanticidio e parto anonimo invitando alla collocazione di adesivi plurilingue sui cassonetti che, insieme agli autobus, sono i luoghi più adatti per dare informazioni sulla possibilità di partorire in anonimato, chiede che

neonato nel Tevere
fonte: Twitter/Vigili del Fuoco

 così che la città possa piangere e cullare idealmente queste creature“. “

Da parte sua la sindaca di Roma ha accolto questa richiesta: “colgo richiesta presidente Salvamamme su dedicare cerimonia addio alla piccola neonata abbandonata nel Tevere. Tragedia ha sconvolto tutti. Importante informare su possibilità di partorire in anonimato.Roma abbraccia piccolo angelo e non lo dimenticherà”.

Infine ora si indaga per omicidio volontario.

Unimamme, cosa ne pensate di questa vicenda di cui si parla su Roma Today?